Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Il forum scientifico di Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico) - WWW.OLOSCIENCE.COM
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Il mio concetto di anima

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
cincin



Numero di messaggi : 207
Età : 56
Localisation : Roma
Data d'iscrizione : 09.08.07

MessaggioOggetto: Il mio concetto di anima   Sab Nov 17, 2007 1:07 pm

Secondo me l'uomo è dotato di un'anima, ma praticamente è come se non l'avesse.
E questo paradosso deriva dal fatto che se una persona non Conosce la propria anima è come dire che essa ne è priva.
Per fare un paragone, se nella mia casa è nascosto un tesoro di cui io non ne sono a conoscenza, sarò povero comunque, nonostante sia proprietario di quel tesoro.
Allo stesso modo, se io non Conosco la mia anima è come se non l'avessi, perchè se è vero che l'anima è la nostra parte immortale, come potrò conoscere la mia immortalità se non "vedo" la mia anima?.
L'anima (che io preferisco chiamare Consapevolezza, perchè la parola anima dà l'idea di qualcosa di fisico, di solido) ce l'hanno tutti e non solo gli esseri viventi, ma anche gli esseri inerti come la roccia, per esempio, e quindi tutto ciò che esiste.
Cosa è che differenzia, allora, la roccia da un albero, l'albero da un animale e l'animale dall'uomo? La differenza sta nel grado di risveglio della Consapevolezza (Anima).
Nella roccia, la Consapevolezza è sveglia per l'1% (o se vogliamo, dorme per il 99%), nell'albero è sveglia per il 25% (oppure dorme per il 75%), nell'animale è sveglia per il 75% (o dorme per il 25%) e nell'uomo è sveglia per il 99% (o dorme per l'1%).
Ovviamente le percentuali assegnate sono puramente indicative.
Questo vuol dire che la roccia è praticamente inconsapevole della sua Anima, nell'albero si è cominciata a risvegliare, l'animale è un pò più consapevole dell'albero, e l'uomo lo è ancora di più.
Ma questo non vuol dire che l'uomo sia Consapevole della sua Anima; questo non vuol dire che egli la Conosca; questo vuol dire che egli comincia a prenderne coscienza al punto che ne ha cominciato a discutere.
E anche tra gli uomini ci sono vari gradi di Consapevolezza dell'Anima: dall'uomo "totalmente" inconsapevole a quello completamente Consapevole.
Ai primi appartengono quegli uomini completamente dominati dagli istinti (e quindi un po' più vicini agli animali), e agli ultimi appartengono i Risvegliati, coloro, cioè, i quali non sono più succubi dei loro istinti.
Questi ultimi Conoscono la (propria) anima.
La prima categoria di uomini (quelli dominati dai propri istinti) sono quelli che non hanno un'anima, nel senso che sono totalmente ignari di essa (questi uomini "hanno" lo 0,1% di anima); la seconda categoria sta cominciando a svegliarsi ed è consapevole della propria anima per il 25%; la terza categoria è più avanti "spiritualmente" con il 50% di Anima, e l'ultima categoria (quella dei Risvegliati) ha Conosciuto la "propria" anima ed è (totalmente) Consapevole (100% di anima).

Avere l'Anima per me vuol dire esserne Consapevoli, dove per Consapevolezza intendo Conoscenza, da non confondere con Sapere; il Sapere appartiene alla mente e quindi alla cultura, mentre Conoscere appartiene all'essere e quindi all'esperienza.
La cultura ci mette in grado di sapere; l'esperienza, di Conoscere.
Per fare un esempio è come se il cieco sa che esiste il sole perchè gli è stato descritto, mentre il vedente Conosce il sole perchè lo vede direttamente con i suoi occhi.
E allora, se una persona arriva a Conoscere la "sua" Anima (la "sua" Consapevolezza), quella persona ha Conosciuto l'immortalità.
E un conto è sapere (perchè altri ci dicono) che noi siamo immortali, un conto è saperlo direttamente perchè abbiamo "visto" la nostra Immortalità.
Nel primo caso ci si deve fidare, nel secondo, si ha la certezza :-)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: Il mio concetto di anima   Dom Nov 18, 2007 12:13 pm

cincin ha scritto:
...............E allora, se una persona arriva a Conoscere la "sua" Anima (la "sua" Consapevolezza), quella persona ha Conosciuto l'immortalità.
E un conto è sapere (perchè altri ci dicono) che noi siamo immortali, un conto è saperlo direttamente perchè abbiamo "visto" la nostra Immortalità.
Nel primo caso ci si deve fidare, nel secondo, si ha la certezza :-)

Si hai ragione .
Nell'atto del conoscere , secondo i veda , ci sarebbero due fattori che agiscono conteporaneamente : la Consapevolezza (che definiscono anche pura Consapevolezza o pura Coscienza ) e l'innocenza .
Buona giornata.
Pier
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cincin



Numero di messaggi : 207
Età : 56
Localisation : Roma
Data d'iscrizione : 09.08.07

MessaggioOggetto: Re: Il mio concetto di anima   Dom Nov 18, 2007 4:16 pm

pier ha scritto:

Nell'atto del conoscere , secondo i veda , ci sarebbero due fattori che agiscono conteporaneamente : la Consapevolezza (che definiscono anche pura Consapevolezza o pura Coscienza ) e l'innocenza .
Ed è vero, caro pier, quello che dicono i veda, perchè quando sei Consapevole, sei innocente, perchè quando sei Consapevole in te non ci sono pensieri, che sono l'unico peccato umano.
Perchè il pensiero ci separa dal Tutto, ed essere separati dal Tutto, vuol dire riconoscere l'altro come diverso da noi e quindi potenzialmente nemico.
Quando sei Consapevole sei come il bambino, e infatti il bambino è innocente, ed è innocente perchè è solo Consapevolezza.
Per poter essere innocenti bisogna essere Consapevoli, e la Consapevolezza arriva quando in noi non c'è pensiero, che è l'anticamera di ogni peccato.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Il mio concetto di anima   Oggi a 6:38 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
Il mio concetto di anima
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» ANIME COMPAGNE, ANIME GEMELLE ED ANIMA DI FIAMMA GEMELLA
» LE MASCHERE - CARNEVALE DELL'ANIMA
» POLVERE D'ANIMA. LA MAGIA DELLA COSCIENZA di NICHOLAS HUMPHREY
» CARTA N. 2 - LA PAPESSA
» per gli angeli

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia) :: Pensieri e Parole-
Andare verso: