Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Il forum scientifico di Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico) - WWW.OLOSCIENCE.COM
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 superconsapevolezza - la grande possibilità per l'uomo ora

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
scabini pierluigi



Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 26.06.07

MessaggioOggetto: superconsapevolezza - la grande possibilità per l'uomo ora   Mar Gen 06, 2009 1:49 am

Salve a tutti e che il nuovo anno vi porti gioia.
Nonostante tutto anche se sembra che tutto stia andando a rotoli, stiamo
vivendo tempi di cambiamenti a livello planetario e per chi lo vuole, penso
ci stiamo avviando verso la superconsapevolezza. "superconsapevolezza" è solo
un termine che intende identificare uno stato di coscienza in cui i parametri
ordinari della coscienza umana centrata nei 5 sensi e legati alla percezione di
spazio e tempo sono trascesi e un vissuto nuovo si realizza in cui "tutte le distanze sono
abattute" e in cui i parametri della soppravvivenza stessa sono trascesi....
Viviamo per ora in uno stato in cui siamo corpo-mente, è il corpo,
che per molta parte della mente,
determina la mente e dobbiamo spostarci a uno stato in cui vivere come
mente consapevole / corpo...... Uno stato in cui ciò che creiamo nella mente diventa
corpo, realta, e il corpo è il tempio di uno spirito/anima consapevole di essere tale
(spirito come essenza consapevole individuale-totale che siamo e anima come memoria
di sentimenti dello spirito, lo spirito-anima che siamo è eterno).
Quindi corpo e realta sono conseguenza del pensiero e tempo e spazio sono solo un
pensiero e quindi nella superconsapevolezza noi viviamo come esseri che vivono
eternamente nel corpo, che col pensiero manifestano istantaneamente la realta,
e il tempo e lo spazio universali sono "compressati dentro un punto" in cui
accediamo facilmente a un altra dimensione in cui andare ovunque, in cui vivere
altri spazi oltre quello fisico-luce-materia.....
Ormai, la vita mi ha insegnato che questa è la mia evoluzione e diversi individui
su questa Terra, ora e qui, stanno compiendo questo cammino; qualunque cosa succeda
ci realizzeremo e non vivremo più con coloro che sono legati alla materia,
ai 5 sensi, ai limiti di spazio e di tempo, alla soppravvivenza, etc. E' un processo
evolutivo naturale che porta verso una condizione in cui si vive chiaramente L'UNITA
DEL TUTTO IN MODO CONSAPEVOLE, la percezione dell'unita del tutto e la consapevolezza
dell'unita del tutto (IPERCONSAPEVOLEZZA). E dall'IPERCONSAPEVOLEZZA si procede verso
L'ULTRACONSAPEVOLEZZA o consapevolezza dell'IO SONO come TUTTO, l'individuo contiene
il TUTTO, l'identita dell'essere è TUTTO E INDIVIDUALITA' e nell'individuo si realizza
la PIENA CONSAPEVOLEZZA DELL'INFINITO INDEFINITO SCONOSCIUTO SU CUI L'ETERNITA CONTINUA
AD ESPANDERSI (questa L'ULTRACONSAPEVOLEZZA)....... E' un percorso evolutivo che abbraccia
l'individuo a livello universale su qualunque pianeta o sistema stellare esso possa
nascere...... Oggi, ora, adesso, mentre molte realta del mondo stanno "crollando"
per RI-FORMARSI, la possibilita di evolversi verso la REALIZZAZIONE DEL DIO CHE SIAMO,
L'ULTRACONSAPEVOLEZZA REALIZZATA NELL'UOMO, attraverso successive RI-FORMAZIONI
di noi stessi nell'ambito del nostro essere, del nostro spirito-anima-mente-corpo,
è molto alta...... La scienza sta subendo ad opera di alcuni un radicale cambiamento
che trascende il metodo scientifico stesso e i parametri di spazio e tempo, che
restituisce all'uomo e alla donna L'OSSERVATORE CHE SONO, e l'OSSERVATORE è per me
ormai sinonimo di Dio..... L'osservatore non potra mai essere totalmente spiegato,
esso è un totale mistero di cui si può continuamente interrograsi, definirlo, per
accorgersi che è un concetto sempre oltre il nostro ultimo concetto
di esso pensato....., è un concetto che si può definire ma che rimane indefinito......
La scienza ne osserva l'effetto e anche se si diventa
OSSERVATORE DELL'OSSERVATORE cosa che la meditazione ci aiuta a fare, nell'Osservatore
c'è continua evoluzione e non c'è mai fine nel suo STATO DI CONSAPEVOLEZZA.......
Tutto sta cambiando, la Terra cambia, le societa cambiano, i vecchi paradigmi crollano,
alcuni, forse pochi rispetto a tutta l'umanita o forse no, vogliono ri-formarsi
in un futuro mai vissuto,
altri, forse molti, vogliono "ri-formarsi" nel passato dell'uomo.....
Nell'universo c'è spazio per tutti, tutti otterrano quello che vogliono alla fine,
ma la Terra ha scelto di evolversi, anche i pianeti si evolvono, fa parte del
flusso evolutivo naturale universale e la natura "concorda" con la cnsapevolezza
che si vuole ri-formare nel futuro mai vissuto, nell'amore verso la superconsapevolezza,
mentre "non concorda" con quelli che vogliono il passato; tuttavia se lo vogliono
proprio, lo avranno......
Per tutti quelli che vogliono evolversi, oggi mentre tutto "crolla" è un momento propizio,
propizio perche cio che rimane è cio che è dentro di noi, ed è proprio li che bisogna andare
per evolversi e per accellerare il flusso evolutivo; è il trovare le risorse dentro di noi
e dispiegare il nostro intento evolutivo con il FOCUS, L'ATTENZIONE PROLUNGATA ALL'EVOLUZIONE
DI COSCIENZA NELLA MENTE, FINCHE NON DIVENTA SENTIMENTO, ESPERIENZA, EMOZIONE........ E l'attuale
condizione terrestre e umana è favorevole per questo...... Il "crollo" di una realta,
visto da un punto di vista evolutivo, è solo la premessa della creazione di una
nuova realtà.......


UN SALUTO DI BUON ANNO A TUTTI E CHE LA GIOIA SIA CON TUTTI VOI.
Piernulla
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: superconsapevolezza - la grande possibilità per l'uomo ora   Mar Gen 06, 2009 12:42 pm

scabini pierluigi ha scritto:
Salve a tutti e che il nuovo anno vi porti gioia.
Nonostante tutto anche se sembra che tutto stia andando a rotoli, stiamo
vivendo tempi di cambiamenti a livello planetario e per chi lo vuole, penso
ci stiamo avviando verso la superconsapevolezza. "superconsapevolezza" è solo
un termine che intende identificare uno stato di coscienza in cui i parametri
ordinari della coscienza umana centrata nei 5 sensi e legati alla percezione di
spazio e tempo sono trascesi e un vissuto nuovo si realizza in cui "tutte le distanze sono
abattute" e in cui i parametri della soppravvivenza stessa sono trascesi...............................
Piernulla
Vorrei aggiungre al post di Piernulla il seguente discorso tratto da http://www.auraweb.it/articolo_benavere.asp?cid=17&aid=1622
"Tra gli scienziati che maggiormente si stanno impegnando per diffondere una nuova visione del cosmo e dell’essere umano, come insieme integrato, intelligente e cosciente, spicca il nome di Ervin Laszlo, musicista, scienziato, filosofo, autore di 70 libri tradotti in venti lingue e fondatore del Club di Budapest, associazione internazionale "dedicata a sviluppare un nuovo modo di pensare e nuove etiche che aiuteranno ad affrontare i cambiamenti sociali, politici ed economici del XXI secolo".

Al Club di Budapest aderiscono premi Nobel, artisti, scienziati, statisti e personaggi di spicco del pianeta,quali il Dalai Lama, Yehudi Menuhin, Desmond Tutu, Vaclav Havel, Michail Gorbachev, Peter Ustinov, Peter Gabriel e molti altri.

L’approccio di Laszlo presenta una visione integrata del cosmo, che unisce concetti fisici e spirituali della realtà, tracciando un parallelo tra le antiche intuizioni mistiche e la nuova visione scientifica dell’universo. Come molti altri suoi colleghi, afferma che le scoperte della scienza contemporanea parlano un linguaggio molto vicino a quello dell’antica saggezza. L’universo è un insieme dinamico, tutto collegato, che non genera solo materia/energia, ma soprattutto informazione. La materia/energia, anzi, è generata dall’informazione.

Secondo Laszlo ci stiamo avvicinando a un momento di grande apertura, che porterà all’affermarsi di nuova consapevolezza planetaria, come fenomeno naturale al quale il cervello umano potrà avere accesso. Si tratta di una consapevolezza transpersonale, che pare essere l’aspetto fondamentale della realtà, tanto reale quanto la materia e l’energia.

Osservando l’universo si vede che tutti i fenomeni sono correlati, e già Albert Einstein, interrogandosi su come sorgono questi schemi di relazione, rispondeva che è perché tutte le cose sono correlate, e non in modo puramente fortuito. Oggi si ipotizza che esista qualcosa che correla tutto, è lo spazio – non nell’idea newtoniana che intendeva lo spazio come un vuoto passivo e inattivo – ma al contrario uno spazio molto attivo.

Come già Einstein aveva affermato, lo spazio è "la cosa" principale, la materia è secondaria: oggi si sostiene appunto che la realtà fondamentale non è la materia che si muove in uno spazio inerte, ma lo spazio come plenum, come "campo dei campi". La materia non è altro che pacchetti di energia, correlati attraverso lo spazio, anzi prodotti dallo spazio stesso. E lo spazio produce non solo materia/energia, ma soprattutto produce informazione, che è ancora più importante dell’energia. Non è materia e spirito, ma materia/spirito: l’universo è tutti e due gli aspetti, l’universo è un elemento della coscienza.

In base a questo paradigma tutto ciò che è nell’universo è un’articolazione della coscienza, che, in mancanza di un termine migliore, viene chiamato "campo", che genera informazione, simile al vuoto quantico che genera forze. È il "campo akashico", da cui derivano l’universo e il nostro mondo. Se si prendono gli antichi testi indiani e si sostituisce il termine akasha con "campo", i Veda diventano un trattato di fisica contemporanea.

Se l’universo è un campo di consapevolezza, allora anche i "campi" creati dalla consapevolezza umana devono avere un effetto sulle persone che vivono al loro interno o che con esso entrano in contatto, anche senza saperlo, attraverso il cervello. Esperimenti sull’influenza positiva di campi di coscienza armonici sono stati condotti fin dall’inizio degli anni 70.

In una ricerca del 1974, in quattro città degli Stati Uniti si scoprì che la percentuale di crimini nella zona urbana toccava un picco negativo quando almeno l’1% della popolazione partecipava ai programmi di Meditazione Trascendentale. Il "campo" prodotto dalla meditazione portava ordine e armonia nella vita dell’intera città. Gli scienziati hanno chiamato questo fenomeno di maggiore coerenza nella consapevolezza collettiva "effetto Maharishi", in onore del fondatore di Meditazione Trascendentale, che lo aveva annunciato già nel 1960. Ricerche condotte in centinaia di altre città hanno riprodotto lo stesso risultato positivo.

Lo stesso fenomeno di ridotta violenza e maggiore armonia sociale è documentato oggi a Nemam, nel Tamil Nadu, sud dell’India, dove è in fase di ultimazione l’Oneness Temple – il tempio dell’Unità – ispirato agli insegnamenti di Sri Amma e Sri Bhagavan. È una zona molto povera, tristemente nota per un elevato tasso di alcolismo e di violenza famigliare.

Senza alcun cambiamento nello stile di vita, negli ultimi anni le persone dei villaggi vicini al tempio sono diventate meno aggressive, e la percentuale di crimini si è ridotta. L’intenzione che sostiene la costruzione del tempio è quella di creare uno spazio nel quale possano riunirsi in meditazione 8.000 persone, per influenzare non solo la zona circostante, ma il campo di consapevolezza dell’intero pianeta.

Un altro edificio sacro contemporaneo, che avrà una simile funzione, è il Tempio della Concordia in costruzione in Piemonte, come continuazione del più noto Tempio dell’Uomo della Federazione di Damanhur. Sarà un grande ambiente ipogeo, illuminato attraverso la più grande cupola in vetro del mondo, che permetterà il recupero ambientale di una vasta zona boschiva deturpata da una cava abbandonata.

L’obiettivo è quello di creare uno spazio ricco d’arte nel quale possano davvero incontrarsi i potenti del mondo – incontrarsi e non scontrarsi – per ispirarsi e creare nuove politiche di sviluppo e cooperazione. Secondo i costruttori, il tempio sorgerà in un punto energetico importante, in cui si incontrano le grandi linee di energia della Terra, e questo renderà possibile a chi vi si reca nuove intuizioni, pensieri, sogni, e la loro amplificazione sul pianeta.

Questa capacità dei campi di coscienza umana di influenzare eventi – e anche il funzionamento di macchine e computer – sta diventando un fatto sempre più accettato dalla comunità scientifica internazionale. Prove in questa direzione vengono dagli esperimenti dell’Institute of Noetic Sciences in California, che utilizza random number generator, computer che producono stringhe casuali di uno e zero. Test ripetuti sembrano indicare che la consapevolezza collettiva è in grado di influenzare queste sequenze casuali, dando un ordine alle stringhe quando si produce un campo positivo o aumentando l’entropia quando se ne produce uno negativo.

Già nella fisica quantistica c’è un elemento della mente, perché a livello quantico le direzioni delle particelle sono attualizzate dalla mente. Studi scientifici hanno ampiamente dimostrato che circa il 10% delle persone colpite da autismo hanno capacità mentali straordinarie, specialmente in matematica. Il loro cervello lavora in maniera incredibilmente veloce, in modo diverso da quello che sarebbe possibile con le connessioni normali. Il lobo sinistro quasi non funziona, e il cervello opera in una modalità non-locale.

È un sistema quantico macroscopico, che raccoglie informazioni e le trasmette. Le ricerche più avanzate per lo sviluppo dei computer operano sullo stesso principio, cioè a modalità quantica, basata sul teletrasporto e sulla non locality – cioè la comunicazione a distanza. Come può un cervello umano funzionare come un sistema quantico? Entrando in uno stato alterato di coscienza, per raccogliere informazioni accedendo a un network più vasto, al quale probabilmente gli animali hanno accesso naturale.

Nelle ultime centinaia di anni il pensiero occidentale ha ignorato e persino negato l’esistenza di questo "campo" d’informazione, costringendoci a dipendere solo dai nostri cinque sensi fisici, anch’essi usati sempre meno. Ma in tutte le culture native si utilizzano sensi diversi, si possiedono sensi diversi, resi attivi dall’essere parte di un sistema più vasto: natura, umanità, cosmo. Sono questi sensi che dobbiamo ritrovare anche in Occidente, imparando a usare il cervello in modo diverso per collegarci all’elemento transpersonale della coscienza, che è trascendente, in modo che possiamo anche noi funzionare come un sistema quantico.

Laszlo afferma che questo salto evolutivo è possibile. Adesso c’è un grande rinascimento spirituale nel mondo, e se un numero sufficiente di persone raggiungono questo livello di consapevolezza, ci sarà un balzo molto marcato per la nostra specie. Oggi può essere l’inizio di una nuova via, la riconciliazione di scienza e umanità, la guarigione del pianeta e dei popoli. Nel suo ultimo libro Science And The Re-Enchantment Of The Cosmos ("La scienza e il re-incantamento del cosmo"), lo scienziato-filosofo ungherese aggiunge un ingrediente chiave alla sua formula: l’"incanto", non solo come emozione ma proprio come scelta di una precisa posizione dell’essere umano nei confronti del vita e – in senso ancora più vasto – del cosmo.

È un’affermazione di esistenza nell’universo, in un gioco di corrispondenze che ci permette di dare significato da dentro e anche di essere nutriti da significati esterni a noi. In questo modo, forse l’umanità imparerà che si può vivere insieme e non contro gli altri. Le nuove teorie scientifiche, quindi, non sono più solo costrutti astratti, ma hanno risvolti molto pratici, la cui comprensione può finalmente essere una delle chiavi per la sopravvivenza collettiva."
Visionando il link http://www.youtube.com/watch?v=yoQrMKUbGvk è possibile vedere la conferenza (tradotta in Italiano) "Massa ciritica" di Ervin Laszlo (che è il personaggio più magro )
Pier
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
scabini pierluigi



Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 26.06.07

MessaggioOggetto: Re: superconsapevolezza - la grande possibilità per l'uomo ora   Mar Gen 06, 2009 7:42 pm

Grazie Pier, non conoscevo questo personaggio.....
Certo le barriere del tempo e dello spazio per alcuni stanno "cadendo", per accedere a un infinita coscienza che si estende infinitamente a infiniti livelli di scala e per capire che le connessioni istantanee tra le diverse parti del tutto sono semplicemente un nuovo modo di pensare il tutto e le dimensioni in cui si identifica il tutto........ In effetti c'è una grande rinascita spirituale nel mondo, lo vedo anche tra i miei studenti, alcuni hanno una grande curiosita, ho trovato un ragazzo di 15 anni che è un forte lettore di libri dalle caratteristiche "spirituali" come De Mello, Osho, e mostra la curiosita di voler sperimentare da sè la cosiddetta natura della realta come spirito, come essenziale coscienza...... Ce ne sono altri che non sono per nulla interessati, ma alcuni lo sono fortemente, e sono esseri silenziosi, in genere non si notano....... Il fatto è che nell'umanita c'è una percentuale in crescita di voglia di rinascita spirituale suppongo, una percentuale che se fosse paragonata a quella di 50 anni fa, noteremmo suppongo la sua creascita...... E il salto di coscienza è un fatto di volonta che accetta a questo salto, facilitato da insieme di coscienza collettivo che sta evovendo silenziosamente piu di quanto si pensi.... Lo spazio come campo dei campi, l'universo visto come sostanziale informazione, l'universo osservato sotto l'aspetto di un idea multidimensionale, lo spazio osservato come estensione che per ogni coppia di punti appartenente ad esso possiamo pensare a un ipercollegamento che trascende le sue dimensioni, l'informazione che diventa energia-materia, la comprensione che il pensiero è informazione e che quindi anche esso può divenire energia-materia, la rinascita in noi stessi di concepirci creatori, la comprensione che tutto l'esistente può essere nato da un non-esistente che fondamentalmente è lo sconosciuto sempre presente e su cui l'esistente continua a espandersi, etc., etc., tutto questo unito a un pensiero focalizzato teso alla evoluzione di coscienza individuale che stimola gli altri, il tutto intorno a noi, l'umanita tutta ad evolversi......, è un futuro di gioia e meraviglia che potremmo chiamare "paradiso".......
Tuttavia c'è chi rema contro e bisogna esserne consapevoli e probabilmente molti sono ai vertici del potere del mondo; essi però non sanno che l'onda evolutiva che coinvolge tutto e tutti è inarrestabile.....
Alla fine tutti avranno cio che vogliono perche la natura della realta è che ogni osservatore crea la sua realta e questo non è solo un fatto per questa vita temporale lineare, ma è un fatto riguardante il noi stessi eterno, l'osservatore che siamo è eterno........

Un caro saluto a te Pier e a tutti.
Piernulla
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: superconsapevolezza - la grande possibilità per l'uomo ora   Mer Gen 07, 2009 9:46 am

scabini pierluigi ha scritto:
Grazie Pier, non conoscevo questo personaggio.....
Certo le barriere del tempo e dello spazio per alcuni stanno "cadendo", per accedere a un infinita coscienza che si estende infinitamente a infiniti livelli di scala e per capire che le connessioni istantanee tra le diverse parti del tutto sono semplicemente un nuovo modo di pensare il tutto e le dimensioni in cui si identifica il tutto........ In effetti c'è una grande rinascita spirituale nel mondo, lo vedo anche tra i miei studenti, alcuni hanno una grande curiosita, ho trovato un ragazzo di 15 anni che è un forte lettore di libri dalle caratteristiche "spirituali" come De Mello, Osho, e mostra la curiosita di voler sperimentare da sè la cosiddetta natura della realta come spirito, come essenziale coscienza...... Ce ne sono altri che non sono per nulla interessati, ma alcuni lo sono fortemente, e sono esseri silenziosi, in genere non si notano....... Il fatto è che nell'umanita c'è una percentuale in crescita di voglia di rinascita spirituale suppongo, una percentuale che se fosse paragonata a quella di 50 anni fa, noteremmo suppongo la sua creascita...... E il salto di coscienza è un fatto di volonta che accetta a questo salto, facilitato da insieme di coscienza collettivo che sta evovendo silenziosamente piu di quanto si pensi.... Lo spazio come campo dei campi, l'universo visto come sostanziale informazione, l'universo osservato sotto l'aspetto di un idea multidimensionale, lo spazio osservato come estensione che per ogni coppia di punti appartenente ad esso possiamo pensare a un ipercollegamento che trascende le sue dimensioni, l'informazione che diventa energia-materia, la comprensione che il pensiero è informazione e che quindi anche esso può divenire energia-materia, la rinascita in noi stessi di concepirci creatori, la comprensione che tutto l'esistente può essere nato da un non-esistente che fondamentalmente è lo sconosciuto sempre presente e su cui l'esistente continua a espandersi, etc., etc., tutto questo unito a un pensiero focalizzato teso alla evoluzione di coscienza individuale che stimola gli altri, il tutto intorno a noi, l'umanita tutta ad evolversi......, è un futuro di gioia e meraviglia che potremmo chiamare "paradiso".......
Tuttavia c'è chi rema contro e bisogna esserne consapevoli e probabilmente molti sono ai vertici del potere del mondo; essi però non sanno che
Alla fine tutti avranno cio che vogliono perche la natura della realta è che ogni osservatore crea la sua realta e questo non è solo un fatto per questa vita temporale lineare, ma è un fatto riguardante il noi stessi eterno, l'osservatore che siamo è eterno........

Un caro saluto a te Pier e a tutti.
Piernulla

Hai ragione Piernulla : "l'onda evolutiva che coinvolge tutto e tutti è inarrestabile....."
Segnalo ora il linnk http://www.multisensorialmente.it/autori/ervin-laszlo.htm.
Cliccando di volta in volta sulle parole in marrone sottolineate è possibile entrare in altri link attraverso i quali è possibile conoscere altri autori interessanti.
Comunque ritengo che qualunque persona che “ lavori” su se stessa (meditazione ed altro) sia in grado di conoscere o meglio riscoprire quanto affermato da detti autori ( che già che conosciamo ma che è rimasto latente in noi ).
Tali autori sono a mio avviso utili per avere delle conferme perché non è certo dai libri che si attiva a coscienza , la consapevolezza ,ecc.
Un saluto a tutti
Pier
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: superconsapevolezza - la grande possibilità per l'uomo ora   Oggi a 7:41 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
superconsapevolezza - la grande possibilità per l'uomo ora
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» ...il grande gioco di Madame Lenormand...
» CERCO RIASSUNTI DE L'UOMO BAROCCO PER L'ESAME DI SPAGNOLETTI
» Ginecologo uomo o donna
» GRANDE , MEDIO E PICCOLO
» Chi è l''uomo in divisa che sarà il mio amore?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia) :: Argomenti vari-
Andare verso: