Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Il forum scientifico di Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico) - WWW.OLOSCIENCE.COM
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Pensieri con una grande profondità di contenuti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
nuages



Numero di messaggi : 75
Data d'iscrizione : 19.01.09

MessaggioOggetto: Pensieri con una grande profondità di contenuti   Mer Mag 06, 2009 9:23 pm

Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te (Gesù)

Il saggio esercita il suo mestiere senza agire e insegna senza parlare (Lao-Tse)

Tutte le cose, per potere immortale vicine o lontane, segretamente l’una all’altra sono legate, che non potresti scuotere un fiore senza turbare una stella. (Thompson)

Un uomo non ha diritto di essere soddisfatto finché non ha spiegato a se stesso il segreto dell’universo. (Renard)

La maggior parte della gente preferisce decisamente la permanenza di un problema che non può spiegare, ad una spiegazione che non può capire (Lord Balfour)

Il difficile non è conoscere la verità, ma sostituirla all’errore. (Haeckel)

Anche il nuovo deve essere rinnovato (Origene)

Il vuoto non esiste (Einstein)

Il canto crea la luce, dal verbo nasce la ragione (Hugo)

Cerco due note che si amano (Mozart)

L’universo risuona del grido di gioia che io sono (Scriabine)

Lo sperpero della nostra esistenza risiede nell’amore che non abbiamo donato.
L’amore che doniamo è la sola ricchezza che conserveremo per l’eternità. (Rol)

Quando nasci non sai dove ti trovi, quando finisci non sai dove ti risvegli, quando ti risveglierai finalmente mi riconoscerai. (Enrico)

Il dolore è un megafono che risveglia un mondo sordo. Il dolore degli umani fa parte della felicità di oggi. Il dolore di oggi fa parte della felicità di ieri.
Amiamo per sapere di non essere soli. (Enrico)

Prendi sempre alla fine di una giornata tutto quello che c’è. Sempre, a qualunque costo. Senza pensare al passato, ma il passato trasformalo in luce per vedere. (Enrico)

Siamo tutti visitatori di questo tempo, di questo luogo. Siamo semplicemente tutti di passaggio. Il nostro scopo qui è osservare, imparare, crescere, amare…..Poi torniamo tutti alla nostra primitiva casa. (Ignoto)

L’altra notte ho visto l’eternità, come un grande anello di luce pura e infinita. Tutto era semplice, chiaro, placido. Sotto il tempo, in ore, giorni anni, portato dalle sfere; si muoveva come immensa ombra, dove il mondo e tutto ciò che lo segue si gettava. (Ignoto)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cincin



Numero di messaggi : 207
Età : 56
Localisation : Roma
Data d'iscrizione : 09.08.07

MessaggioOggetto: Re: Pensieri con una grande profondità di contenuti   Dom Nov 29, 2009 11:16 am

nuages ha scritto:
Siamo tutti visitatori di questo tempo, di questo luogo. Siamo semplicemente tutti di passaggio. Il nostro scopo qui è osservare, imparare, crescere, amare…..Poi torniamo tutti alla nostra primitiva casa. (Ignoto)
Vero. Se l'uomo capisse che la terra ci è data in affitto e non siamo suoi proprietari, la sua vita sarebbe un paradiso.
Noi uomini abbiamo la fortuna di renderci conto della nostra esistenza e sciupiamo questa opportunità credendo di essere i padroni della terra; niente di più stupido e falso.
Come ha detto l'Ignoto, noi siamo solo di passaggio, e come potrebbe essere diversamente dal momento che non abbiamo scelto noi la nostra venuta su questa terra? Noi siamo qui perchè qualcuno l'ha scelto per noi...e non mi riferisco ai nostri genitori. Noi non abbiamo alcun potere decisionale, nemmeno quello di morire; perchè se anche ci dessimo la morte, essa sarebbe un falso; perchè siamo di passaggio come materia ma non possiamo abbandonare questo luogo come entità immateriali. Come può una cosa che esiste, scomparire? Non è possibile ed essa sarà per sempre.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
nuages



Numero di messaggi : 75
Data d'iscrizione : 19.01.09

MessaggioOggetto: Re: Pensieri con una grande profondità di contenuti   Dom Dic 13, 2009 1:45 pm

come vedi i pensieri e le cose che contano stranamente arrivano sempre dall'ignoto, dall'ultimo, forse perchè questo ha sofferto di più in questo passaggio di vita, e l'uomo purtroppo se non viene messo alla prova non è costretto a guardare più a fondo le ragioni della propria esistenza, evviva l'ultimo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: Pensieri con una grande profondità di contenuti   Dom Dic 13, 2009 2:19 pm

Un saggio o rishi vedico un giorno mi disse questa frase che mi guida sempre:
"Se vuoi cambiare il mondo allora cambia per primo te stesso" .
Poi mi ha fatto un esempio. Mi ha chiesto di stendere il mio fazzoletto su un piccolo tavolo .
Successivamente mi ha detto di prendere la parte centrale del fazzolotto fra l'indice il pollice e di sollevare lentamente il fazzoletto stesso.
A questo punto mi disse che la parte centrale che si sollevava rappresentava me e che la parte restante del fazzoletto che si sollevava indicava l'ambiente che mi circondava , persone comprese.
Buona giornata
Pier
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
nuages



Numero di messaggi : 75
Data d'iscrizione : 19.01.09

MessaggioOggetto: Re: Pensieri con una grande profondità di contenuti   Lun Dic 21, 2009 4:04 pm

Grazie Pier, sei una grande anima in cammino.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: Pensieri con una grande profondità di contenuti   Lun Dic 21, 2009 9:46 pm

nuages ha scritto:
Grazie Pier, sei una grande anima in cammino.


In oriente ,quando due persone spiritualmente avanzate si incontrano non parlano ma si scambiano collane di fiori perché riconoscono nell’altro la componente spirituale raggiunta .
Ammettiamo per ipotesi e per un istante che tu, con la tua frase , abbia riconosciuto che io ho percorso un dato cammino e che questa frase corrisponda idealmente ad una collana di fiori , allora e sempre idealmente cingo il tuo collo di una collana di fiori perché la tua frase indica che a tua volta hai raggiunto un grado di spiritualità avanzata .
Naturalmente quanto sopra è un gioco di parole ma questo è il modo per esprimerti la mia riconoscenza
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
nuages



Numero di messaggi : 75
Data d'iscrizione : 19.01.09

MessaggioOggetto: Re: Pensieri con una grande profondità di contenuti   Sab Dic 26, 2009 3:38 pm

Grazie Pier per il buon pensiero, non conoscevo questa bella usanza orientale, anche io vorrei donarti una collana ideale di fiori, sei una grande anima in cammino.

Speriamo che in molti nel mondo si scambino collane di fiori, sarebbe molto bello come camminare insieme su un arcobaleno.


Quel giorno scesi
dall’arcobaleno che
attraversava valli e tempo.
Ero felice perché nel cuore
avevo un messaggio da gridare.
Il mondo era finalmente dei buoni
e puri nello spirito.
Era l’arcobaleno dei colori su quell’isola
dei fiori dell’amore e
si era ubriachi di canzoni e di allegria.
Si cantavano canzoni dei
fiori di quei tempi passati
incorniciati lasciati a noi
poveri mortali per non piangerli,
ma per rammentarli e farli vivere
sull’arcobaleno degli anni, dei giorni
e degli attimi da ricordare.
E il Profeta apparve e annunciò:
alzati uomo morto e cammina,
ti aspettano ancora
monti e valli da attraversare
prima di arrivare al confine.
Ti aspettano un amore fortissimo,
un vento caldo
e un mare calmo.
[/b]
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: Pensieri con una grande profondità di contenuti   Dom Dic 27, 2009 11:05 am

nuages ha scritto:
Grazie Pier per il buon pensiero, non conoscevo questa bella usanza orientale, anche io vorrei donarti una collana ideale di fiori, sei una grande anima in cammino.


Speriamo che in molti nel mondo si scambino collane di fiori, sarebbe molto bello come camminare insieme su un arcobaleno.
[/b]
Grazie ancora nuages
A proposito dellarcobaleno allego una bella favola :
C’ era una volta il bambino Wong, che viveva in campagna, fra alberi da frutta, galline e conigli. I suoi genitori facevano una vita semplice, modesta, quasi povera, tranquillamente scandita dal susseguirsi regolare delle stagioni e, ogni tanto, animata dalle visite del vecchio Mo Yan che compariva all’improvviso con la lunga palandrana scura, pezzata qua e là da toppe multicolori, la sacca in spalla, alto, magro, quasi ossuto, il viso scavato percorso da un reticolo infinito di rughe e gli occhi grandi e sorridenti che guardavano intorno ammiccando in un saluto che pareva dire a tutto e a tutti: “Grazie.” Si fermava un’ ora o un giorno, accettava quel che la madre di Wong poteva dargli, una ciotola di riso, una tazza di latte, non faceva differenza e, se gli si domandava: ” Da dove arrivi? “, indicava vagamente la lunga linea dell’ orizzonte:
” Di là. ” rispondeva. Dai monti, dalla pianura, dal fiume, da lontano, chissà.
” Io so una storia. ” gli disse il bimbo una volta. Erano nell’ aia e le galline andavano a spasso becchettando qua e là.
” Davvero? ” rispose. ” Vuoi raccontarmela? “
” No. ” gli disse, imbronciato.
Lui sorrise. ” Allora perchè mi hai detto che la sai? “
“Così. Me l’ ha raccontata il nonno. Ma muoiono tutti. Il nonno dice che è vera.”
” E’ una storia triste allora.” Sospirò.
“Ma ci sono anche storie allegre, sai ” aggiunse.
Il bimbo scrollò le spalle. Non gli importava: quella raccontata dal nonno gli aveva fatto passare la voglia di sentirne altre. Ne aveva parlato a Mo Yan di getto, perchè gli stava dentro come un masso, ma dopo essersi tolto quel peso, preferiva far finta di niente e cambiar discorso. Così gli chiese: ” Ma sei sempre in giro, tu? “
“In giro? No. Io viaggio. Non me ne vado a zonzo, così tanto per fare qualcosa.”
Lo guardò, in attesa. Si aggiustò la palandrana con tutte le sue pezze multicolori e si sedette su una cassetta rovesciata. Aveva preso un’ aria pensierosa, come se stesse riflettendo. Alla fine disse:
” D’ altra parte tutti hanno un compito nella vita. Il mio è questo: viaggiare. “

” Ma non è un lavoro. ” esclamò Wong. Suo padre, che si alzava all’ alba e si rompeva la schiena, giorno dopo giorno, nei campi, lui sì che lavorava.
Mo Yan lo guardò fisso, sconcertato per un momento, poi il suo viso si illuminò di un profondo sorriso, quasi ammiccante. Rispose:
” Credi? Però qualcuno deve pur andare a guardare l’ aquila che vola in cerchi ampi fra le cime dei monti, qualcuno deve pur ascoltare la voce della luna, i discorsi delle farfalle e le chiacchiere delle rondini per poi raccontare agli altri, ai bimbi come te, quello che ha visto e sentito, che lo sappiano tutti quanto é straordinario il mondo, con le sue creature…. e poi…. poi io devo seguire l’ arcobaleno e, credimi, è un lavoro a tempo pieno.”
” E perchè segui l’ arcobaleno? ” Era curioso.
” Per pizzicarlo, perchè se no? Non mi credi? Funziona così.
Viene il temporale, poi spiove, esce il sole e compare l’ arcobaleno che però è pallido pallido, tanto che si farebbe una gran fatica a vederlo e sarebbe un peccato, perchè tu lo sai quanto può esser bello un arcobaleno dopo la pioggia, pare una magia. Così io m’ avvicino, mi ci arrampico e pizzico uno ad uno i colori come se fossero le corde di una chitarra e i colori prendono a brillare, rosa e azzurro, verde e arancio, vivi e lucenti. Sì, davvero, è il mio lavoro andar dietro agli arcobaleni, ed anche per questo sono sempre in cammino…..Capisci? “

Si strinse nelle spalle, il vecchio Mo Yan, e ammiccò. Poi, come sempre faceva, riprese la sua strada e sparì.
Wong rimase solo, sull’ aia, fra le galline. Quando suo padre rientrò dai campi, gli chiese:
” Pensi che pioverà presto?”
” Perché me lo domandi?” disse il padre
” Devo vedere l’ arcobaleno con Mo Yan sopra.”
E gli raccontò tutta la storia.
Alla fine, il padre, guardando lontano, assentì e disse: “E’ proprio così. Il mondo è pieno di meraviglie. Tu ne hai appena scoperta una.”
Quella notte Wong si addormentò pensando a Mo Yan e nei mesi che seguirono, si fermò incantato a guardare ogni arcobaleno, pensando al gran lavoro che il vecchio doveva fare per essere sempre lì, al momento giusto. E quando gli chiedevano: “Che cosa farai da grande?”, prese a rispondere: “L’ uomo dell’ arcobaleno.”
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Pensieri con una grande profondità di contenuti   Oggi a 7:40 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
Pensieri con una grande profondità di contenuti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» ...il grande gioco di Madame Lenormand...
» pensieri serali
» Catastrofismo, come gestire l'ansia e i pensieri negativi o VULVODINIA.INFO
» GRANDE , MEDIO E PICCOLO
» pensieri intrusivi

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia) :: Pensieri e Parole-
Andare verso: