Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Il forum scientifico di Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico) - WWW.OLOSCIENCE.COM
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Una domanda ...assurda

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Fausto
Admin


Numero di messaggi : 400
Età : 44
Localisation : Switzerland
Data d'iscrizione : 12.06.07

MessaggioOggetto: Una domanda ...assurda   Gio Ott 29, 2009 12:55 am

Questa è un'esperienza personale che risale a qualche giorno fa;
a dire la verità ero un po' titubante ad esporla pubblicamente,...non sono portato per le "confessioni intime"...il mio "lato umano" cerco sempre di lasciarlo fuori da ogni contesto. Ma poi alla fine ho deciso che per una volta potevo fare uno strappo alla regola; per cui eccomi qui a riportavi un'esperienza assai breve, ma assai simbolica ...o almeno questo è ciò che io presumo.
Alcuni giorni fa mi trovavo immerso nella tiepida acqua della vasca da bagno di casa mia; avevo appena finito di insaponarmi ogni parte del corpo. Dopo aver riposto spugna e sapone sulla mensola accanto alla vasca,iniziai a rilassarmi poggiando la testa sulla ceramica del bordo vasca ...lo stereo nella stanza accanto era acceso, vi avevo messo un disco dei Doors, e la voce di Morrison iniziava a farsi sempre più calda e toccante sulle note di "The End". Con lo sguardo fisso sull'armadietto dei medicinali, mi posi alcune domande che a molti potrebbero apparire del tutto assurde e prive di senso, ma che continuavano a riecheggiare nel mio cuore senza che io riuscissi a capire il motivo, di tanta ostinazione nel voler comprendere qualcosa che tutto sommato, non trova alcuna giustificazione che si possa ricercare nell'ambito del "buon senso comune".
Le domande che mi posi, erano le stesse che feci quasi trent'anni fa ad un mio compagno di scuola, e che tra l'altro riportai persino tra le prime pagine del mio libro "Dio=mc2"*.
Mi chiesi semplicemente questo:"Ma perchè io sono io, e non sono invece qualcun'altro?" e questo:"Perchè sono nato in questo periodo storico? Perchè sono un essere umano e non un leone oppure un gabbiano? Perchè sono nato proprio su questo pianeta,e non su un altro pianeta, distante magari miliardi di anni-luce dalla Terra? Chi ha deciso tutto ciò?"...Ebbene che mi vogliate credere o no, nell'esatto momento in cui mi posi tutte queste domande, la luce del sole (che prima era debolissima a causa di un cielo estremamente nuvoloso; per cui la luce naturale nel mio bagno era assai debole) entrò con prepotenza dalla finestra del bagno diffondendosi su tutta la parete che in quel momento stavo osservando.
Dopo qualche secondo ebbi una sorta d'intuizione, una risposta sembrava essersi "affacciata" all'orizzonte ...quella risposta recitava semplicemente così: "Lo capirai quando sarai Luce". E' incredibile, ...la aspettavo da circa trent'anni, e alla fine è arrivata.

* http://www.scribd.com/doc/19806099/Diomc2-Oltre-lUniverso-Olografico-WWWOLOSCIENCECOM

_________________
Fausto Intilla - www.oloscience.com


Ultima modifica di Fausto il Gio Ott 29, 2009 10:31 am, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.oloscience.com
scabini pierluigi



Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 26.06.07

MessaggioOggetto: Re: Una domanda ...assurda   Gio Ott 29, 2009 2:34 am

Ciao Fausto,
se le domande le mantieni in te, e le mantieni se sei appassionato
di sconosciuto, prima o poi la risposta arriva, cosi senza pensarci,
come un bagliore improvviso che illumina quell'oscurità in cui hai cercato........
E' come un salto di coscienza che improvvisamente accade......, tante cose possono divenire un salto di coscienza anche un esperieza che hai sempre cercato e all'improvviso accade........., e rimani di stucco.....
Ciao
Pierluigi
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: Una domanda ...assurda   Gio Ott 29, 2009 2:47 pm

quote="Fausto"]Questa è un'esperienza personale che risale a qualche giorno fa-------- Dopo qualche secondo ebbi una sorta d'intuizione, una risposta sembrava essersi "affacciata" all'orizzonte ...quella risposta recitava semplicemente così: "Lo capirai quando sarai Luce". E' incredibile, ...la aspettavo da circa trent'anni, e alla fine è arrivata.

* http://www.scribd.com/doc/19806099/Diomc2-Oltre-lUniverso-Olografico-WWWOLOSCIENCECOM
[/quote]


La tua domanda non è assurda, almeno mio dal punto di vista come studioso della filosofia orientale. Secondo questa filosofia che sfocia nella scienza vedica tu , sempre il mio parere, hai avuto uno stato di illuminazione momentanea. Ci sono tutte le premesse: il corpo rilassato , la monoideazione, cioè un unico pensiero nel campo della tua coscienza e quella risposta nata da “una sorta d'intuizione, una risposta sembrava essersi "affacciata" all'orizzonte ...”

L’orizzonte sarebbe il campo della tua coscienza ,cioè il punto in cui la risposta viene interpretata dal tuo particolare stato di coscienza.

Faccio un paragone ,più o meno appropriato, parlando dei buchi neri e dell’orizzonte degli eventi nel quale tutto scopare, anche la luce. Quando in particolare momenti si ottiene uno specifico grado di coscienza/consapevolezza si entra nel vuoto, chiamiamo vuoto quantico senza entrare in ulteriori dettagli .

Dal vuoto con un percorso alla rovescia si oltrepassa quello che ho definito l’orizzonte degli eventi e quindi si trova la luce .

Credo che una volta devo aver comparato questo fatto con quella che tu hai chiamato la” rottura dei nuclei inconsci “ .....ma potrei sbagliarmi.

Pier
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Fausto
Admin


Numero di messaggi : 400
Età : 44
Localisation : Switzerland
Data d'iscrizione : 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: Una domanda ...assurda   Gio Ott 29, 2009 3:39 pm

Vi ringrazio per queste precisazioni-chiarimenti, è sempre un piacere per me confrontare le mie idee con le vostre; alla fine c'è solo da apprendere sempre di più; e la mia mente è sempre aperta e pronta ad assimilare nuove idee ed eventuali "cambiamenti interiori" di paradigma.
Un caro saluto ad entrambi :-)

PS:
Per Pier: Ho aperto una sezione del forum in cui puoi postare tutto ciò che desideri sullo Yoga e il Buddhismo Zen: "Discipline Orientali".

_________________
Fausto Intilla - www.oloscience.com
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.oloscience.com
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: Una domanda ...assurda   Ven Ott 30, 2009 12:47 pm

Fausto ha scritto:
Vi ringrazio per queste precisazioni-chiarimenti, è sempre un piacere per me confrontare le mie idee con le vostre; alla fine c'è solo da apprendere sempre di più; e la mia mente è sempre aperta e pronta ad assimilare nuove idee ed eventuali "cambiamenti interiori" di paradigma.
Un caro saluto ad entrambi :-)
PS:
Per Pier: Ho aperto una sezione del forum in cui puoi postare tutto ciò che desideri sullo Yoga e il Buddhismo Zen: "Discipline Orientali".

Caro Fausto, mi sono dimenticato di dirti o meglio credo di non essere stato abbastanza chiaro , per quanto riguarda la risposta sul la tua esperienza ,che la risposta ti è stata data dal tuo io più profondo che in oriente viene chiamato ESSERE. Quindi la risposta che hai avuto non proviene da una entità esterna a te.
A quel livello esiste tutta la conoscenza ( secondo gli antichi saggi del presente ,del passato, e del futuro).
Molti scienziati hanno avuto esperienze simili alle tue .
Ad esempio lo scienziato , di cui non ricordo il nome (forse Ernest Rutherford), scrisse che in autobus , in un momento di profondo relax dopo giorni e giorni di inutili tentativi per poter descrivere i legami chimico/atomici delle sostanze organiche , apparve nello spazio della sua mente o coscienza un serpente arrotolato che si mordeva la coda a da quella immagine colse il modo di descrivere la forma di struttura e il modello molecolare sotto riportato che è ad esempio quello del naftalene, commercialmente noto anche come naftalina

.

Io stesso, quando avevo dei grossi problemi legati alla progettazione, messa in marcia , manutenzione o mal funzionamento degli impianti siderurgici che avevo progettata/realizzato , mi mettevo a meditare in modo da indurre un profondo stato di rilassamento. Da quello stato introducevo nella mia coscienza i termini del problema e molto spesso "vedevo" in quello che ho chiamato "orizzonte degli eventi" la soluzione al problema stesso in modo chiaro e talvolta "vedevo" il punto ove era nato il problema che poi risolvevo .
La cosa sorprendente è che la soluzione era quasi sempre di una semplicità estrema , talmente facile che se la avessi intuita con un metodo ordinario la avrei rifiutataperché troppo semplice.


PS : Ho già inserito alcuni argomenti sulla meditazione nella sezione da te indicata.
La tematica non è facile e bisogna essere estremamente cauti per non creare spiacevoli discussioni con persone che seguono una data corrente orientale ma che purtroppo non si sono ancora aperte alla tolleranza degli orientali che cercano di trovare ciò che li unisce , non quello che li divide.
Pier
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Claudio Sauro



Numero di messaggi : 286
Localisation : Italia
Data d'iscrizione : 19.10.09

MessaggioOggetto: Re: Una domanda ...assurda   Sab Feb 20, 2010 8:09 pm

pier ha scritto:
Fausto ha scritto:
Vi ringrazio per queste precisazioni-chiarimenti, è sempre un piacere per me confrontare le mie idee con le vostre; alla fine c'è solo da apprendere sempre di più; e la mia mente è sempre aperta e pronta ad assimilare nuove idee ed eventuali "cambiamenti interiori" di paradigma.
Un caro saluto ad entrambi :-)
PS:
Per Pier: Ho aperto una sezione del forum in cui puoi postare tutto ciò che desideri sullo Yoga e il Buddhismo Zen: "Discipline Orientali".

Caro Fausto, mi sono dimenticato di dirti o meglio credo di non essere stato abbastanza chiaro , per quanto riguarda la risposta sul la tua esperienza ,che la risposta ti è stata data dal tuo io più profondo che in oriente viene chiamato ESSERE. Quindi la risposta che hai avuto non proviene da una entità esterna a te.
A quel livello esiste tutta la conoscenza ( secondo gli antichi saggi del presente ,del passato, e del futuro).
Molti scienziati hanno avuto esperienze simili alle tue .
Ad esempio lo scienziato , di cui non ricordo il nome (forse Ernest Rutherford), scrisse che in autobus , in un momento di profondo relax dopo giorni e giorni di inutili tentativi per poter descrivere i legami chimico/atomici delle sostanze organiche , apparve nello spazio della sua mente o coscienza un serpente arrotolato che si mordeva la coda a da quella immagine colse il modo di descrivere la forma di struttura e il modello molecolare sotto riportato che è ad esempio quello del naftalene, commercialmente noto anche come naftalina

.

Io stesso, quando avevo dei grossi problemi legati alla progettazione, messa in marcia , manutenzione o mal funzionamento degli impianti siderurgici che avevo progettata/realizzato , mi mettevo a meditare in modo da indurre un profondo stato di rilassamento. Da quello stato introducevo nella mia coscienza i termini del problema e molto spesso "vedevo" in quello che ho chiamato "orizzonte degli eventi" la soluzione al problema stesso in modo chiaro e talvolta "vedevo" il punto ove era nato il problema che poi risolvevo .
La cosa sorprendente è che la soluzione era quasi sempre di una semplicità estrema , talmente facile che se la avessi intuita con un metodo ordinario la avrei rifiutataperché troppo semplice.


PS : Ho già inserito alcuni argomenti sulla meditazione nella sezione da te indicata.
La tematica non è facile e bisogna essere estremamente cauti per non creare spiacevoli discussioni con persone che seguono una data corrente orientale ma che purtroppo non si sono ancora aperte alla tolleranza degli orientali che cercano di trovare ciò che li unisce , non quello che li divide.
Pier

Avevo scritto nelle mie poesie:

Ciò che é veramente nostro non sono le cose di cui ci siamo
circondati, non é il paese dove abitiamo, non é neppure il corpo
che ci sostiene; ciò che é veramente nostro è il testimone:
egli è fuori del tempo e ci rappresenta realmente.


Tante volte mi sono chiesto: quante probabilità ho io di esistere?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cincin



Numero di messaggi : 207
Età : 56
Localisation : Roma
Data d'iscrizione : 09.08.07

MessaggioOggetto: Re: Una domanda ...assurda   Mar Mar 23, 2010 10:41 am

Mi permetto di dare qualche risposta anch'io, Fausto :-)
Fausto ha scritto:
Ma perchè io sono io, e non sono invece qualcun'altro?"
In realtà tutti noi siamo tutti: tu sei lui, lui è te, io sono lui, lui è me e così via. Perchè in tutti noi c'è la medesima coscienza, Fausto, quella che viene definita la coscienza dell'universo. Incarnata, quella coscienza universale diventa Consapevolezza e se tu fossi nato altrove o in un altro corpo, quella Consapevolezza sarebbe la stessa.
In questo momento non ti appare tutto questo perchè non sei ancora Consapevole di questa Consapevolezza ma se ne diventassi Consapevole, scoprirari che tu sei tu e tutti; tu sei tu e tutto.

Citazione :
Perchè sono nato in questo periodo storico?
In questo periodo storico è nato l'individuo Fausto Intilla, col suo corpo e la sua mente; ma la Consapevolezza, che ora alberga in te, c'è da sempre.

Citazione :
Perchè sono un essere umano e non un leone oppure un gabbiano?
Se osservi le cose attraverso il tuo ego tu sei Fausto, il leone è il leone e il gabbiano il gabbiano; ma se osservi le cose attraverso la Consapevolezza non puoi dire chi sei e sei nulla e tutto; sei nessuno e sei contemporaneamente Fausto, il leone e il gabbiano.

Citazione :
Perchè sono nato proprio su questo pianeta,e non su un altro pianeta, distante magari miliardi di anni-luce dalla Terra?
Non ci sono risposte ai perchè :-) e i perchè non portano da nessuna parte se non a soffrire perchè i perchè non hanno risposte.

Citazione :
Chi ha deciso tutto ciò?"...
L'esistenza :-)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: Una domanda ...assurda   Mar Mar 23, 2010 1:47 pm

cincin ha scritto:
Mi permetto di dare qualche risposta anch'io, Fausto :-)
Fausto ha scritto:
Ma perchè io sono io, e non sono invece qualcun'altro?"
In realtà tutti noi siamo tutti: tu sei lui, lui è te, io sono lui, lui è me e così via. Perchè in tutti noi c'è la medesima coscienza, Fausto, quella che viene definita la coscienza dell'universo. Incarnata, quella coscienza universale diventa Consapevolezza e se tu fossi nato altrove o in un altro corpo, quella Consapevolezza sarebbe la stessa.
In questo momento non ti appare tutto questo perchè non sei ancora Consapevole di questa Consapevolezza ma se ne diventassi Consapevole, scoprirari che tu sei tu e tutti; tu sei tu e tutto.

Citazione :
Perchè sono nato in questo periodo storico?
In questo periodo storico è nato l'individuo Fausto Intilla, col suo corpo e la sua mente; ma la Consapevolezza, che ora alberga in te, c'è da sempre.

Citazione :
Perchè sono un essere umano e non un leone oppure un gabbiano?
Se osservi le cose attraverso il tuo ego tu sei Fausto, il leone è il leone e il gabbiano il gabbiano; ma se osservi le cose attraverso la Consapevolezza non puoi dire chi sei e sei nulla e tutto; sei nessuno e sei contemporaneamente Fausto, il leone e il gabbiano.

Citazione :
Perchè sono nato proprio su questo pianeta,e non su un altro pianeta, distante magari miliardi di anni-luce dalla Terra?
Non ci sono risposte ai perchè :-) e i perchè non portano da nessuna parte se non a soffrire perchè i perchè non hanno risposte.

Citazione :
Chi ha deciso tutto ciò?"...
L'esistenza :-)

Aggiungo una mia risposta a quanto detto da cincin
Citazione :
Chi ha deciso tutto ciò?"...
L'esistenza :-)[/quote]
Nei Veda si dice che una persona sulla base del suo karma e dharma decide dove nascere, come la località e la famiglia che gli possa facilitare il miglior percorso evolutivo e quando nascere, come anno ,mese, giorno ed ora.
Quindi, secondo i Veda, Fausto, saresti stato tu stesso a decidere.

Citazione :
Perchè sono nato proprio su questo pianeta,e non su un altro pianeta, distante magari miliardi di anni-luce dalla Terra?
Non ci sono risposte ai perchè :-) e i perchè non portano da nessuna parte se non a soffrire perchè i perchè non hanno risposte.

Anche in questo caso avresti deciso tu in che mondo vivere.
Secondo la cosmologia vedica esitono molti mondi o Loka nei quali vi sono diverse possibilità di evolvere, oppure sono dei premi temporanei (pianeti superiori) o al contrario mondi dove si “espiano” azioni fatte contro le leggi di natura e/o la natura stessa , l’umanità e gli altri esseri viventi. In questi mondi inferiori si ha comunque la possibilità di evolvere e dopo una certa durata reincarnarsi in un loka superore.

Da queste risposte si possono trarre le possibili risposte alle altre domande che ha fatto Fausto.

L’astrologia vedica è una disciplina dei veda stessi e viene utilizzata anche per sapere in che mondo si viveva prima dell’attuale incarnazione e quale sarà potenzialmente il prossimo mondo o loka nel quale vivrà una persona .

Se qualcuno vuol conoscere il mondo o Loka da cui proviene e in quello che potenzialmente si reincarnerà mi invii il suoi dati di nascita (ora,giorno,mese,anno e località).
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Claudio Sauro



Numero di messaggi : 286
Localisation : Italia
Data d'iscrizione : 19.10.09

MessaggioOggetto: Re: Una domanda ...assurda   Gio Mag 16, 2013 5:22 pm

pier ha scritto:
cincin ha scritto:
Mi permetto di dare qualche risposta anch'io, Fausto :-)
Fausto ha scritto:
Ma perchè io sono io, e non sono invece qualcun'altro?"
In realtà tutti noi siamo tutti: tu sei lui, lui è te, io sono lui, lui è me e così via. Perchè in tutti noi c'è la medesima coscienza, Fausto, quella che viene definita la coscienza dell'universo. Incarnata, quella coscienza universale diventa Consapevolezza e se tu fossi nato altrove o in un altro corpo, quella Consapevolezza sarebbe la stessa.
In questo momento non ti appare tutto questo perchè non sei ancora Consapevole di questa Consapevolezza ma se ne diventassi Consapevole, scoprirari che tu sei tu e tutti; tu sei tu e tutto.

Citazione :
Perchè sono nato in questo periodo storico?
In questo periodo storico è nato l'individuo Fausto Intilla, col suo corpo e la sua mente; ma la Consapevolezza, che ora alberga in te, c'è da sempre.

Citazione :
Perchè sono un essere umano e non un leone oppure un gabbiano?
Se osservi le cose attraverso il tuo ego tu sei Fausto, il leone è il leone e il gabbiano il gabbiano; ma se osservi le cose attraverso la Consapevolezza non puoi dire chi sei e sei nulla e tutto; sei nessuno e sei contemporaneamente Fausto, il leone e il gabbiano.

Citazione :
Perchè sono nato proprio su questo pianeta,e non su un altro pianeta, distante magari miliardi di anni-luce dalla Terra?
Non ci sono risposte ai perchè :-) e i perchè non portano da nessuna parte se non a soffrire perchè i perchè non hanno risposte.

Citazione :
Chi ha deciso tutto ciò?"...
L'esistenza :-)

Aggiungo una mia risposta a quanto detto da cincin
Citazione :
Chi ha deciso tutto ciò?"...
L'esistenza :-)

Nei Veda si dice che una persona sulla base del suo karma e dharma decide dove nascere, come la località e la famiglia che gli possa facilitare il miglior percorso evolutivo e quando nascere, come anno ,mese, giorno ed ora.
Quindi, secondo i Veda, Fausto, saresti stato tu stesso a decidere.

Citazione :
Perchè sono nato proprio su questo pianeta,e non su un altro pianeta, distante magari miliardi di anni-luce dalla Terra?
Non ci sono risposte ai perchè :-) e i perchè non portano da nessuna parte se non a soffrire perchè i perchè non hanno risposte.

Anche in questo caso avresti deciso tu in che mondo vivere.
Secondo la cosmologia vedica esitono molti mondi o Loka nei quali vi sono diverse possibilità di evolvere, oppure sono dei premi temporanei (pianeti superiori) o al contrario mondi dove si “espiano” azioni fatte contro le leggi di natura e/o la natura stessa , l’umanità e gli altri esseri viventi. In questi mondi inferiori si ha comunque la possibilità di evolvere e dopo una certa durata reincarnarsi in un loka superore.

Da queste risposte si possono trarre le possibili risposte alle altre domande che ha fatto Fausto.

L’astrologia vedica è una disciplina dei veda stessi e viene utilizzata anche per sapere in che mondo si viveva prima dell’attuale incarnazione e quale sarà potenzialmente il prossimo mondo o loka nel quale vivrà una persona .

Se qualcuno vuol conoscere il mondo o Loka da cui proviene e in quello che potenzialmente si reincarnerà mi invii il suoi dati di nascita (ora,giorno,mese,anno e località).[/quote]

Gli episodi di illuminazione sono abbastanza frequenti nella letteratura parapsicologica contemporanra:

Un esperienza eclatante capiterà a Alphonse Ratisbonne, un ebreo che stava viaggiando per l’Italia nel 1842
Citazione :
Stavo aspettando una vettura, ma visto che non arrivava, entrai per un momento nella piccola Chiesa di S. Andrea, a Roma, una chiesa povera e vuota..
Mi guardai intorno e fui preso da uno strano turbamento. Levai allora gli occhi verso la luce della vetrata dove era dipinta la vergine Maria, ma improvvisamente la luce divenne intensissima e vidi in quella luce tutta la mia vita. Vidi le colpe che avevo commesso, ma soprattutto quello che avrei potuto fare di buono.
La sensazione era talmente forte che mi prostrai a terra, bagnato di lacrime, con il cuore non più mio. Mi sentivo cambiato e mi credevo un altro me stesso.
Non riuscivo a rendermi conto che in un sol attimo e senza alcun motivo avevo raggiunto una conoscenza completa della mia vita e delle mie azioni. Tutto quello che posso dire è che in un solo istante la benda mi era caduta dagli occhi, e non una benda soltanto ma tutto l’insieme delle bende nelle quali ero stato allevato ed avvolto: sembrava impossibile, tutta la sovrastruttura se n’era andata di colpo…
Potrei descrivere molte altre esperienze analoghe, ve ne sono moltissime descritte sulla rivista “Luce ed Ombra” di cui ne possiedo un centinaio di copie.
Il problema che si pone è il meccanismo che stà alla base di queste esperienze, sembra che l’individuo che le subisce subisca una specie di folgorazione senza che ci sia alcuna causa antecedente che la giustifichi.
In entrambe le esperienze (quella di Fausto e quella di Ratisbonne) c'è la luce intensissima che fa capolino; quele può essere il significato della luce? Io direi che la luce ha qualcosa di maestoso e di sacro.
Lascio a voi i commenti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Una domanda ...assurda   Oggi a 7:36 am

Tornare in alto Andare in basso
 
Una domanda ...assurda
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» validità domanda di laurea
» chiedo informazioni su domanda di utilizzazione
» domanda di laurea
» documentazione domanda di laurea
» AIUTO! ERRORE compilazione domanda adisu

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia) :: Sogni ed Esperienze-
Andare verso: