Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Il forum scientifico di Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico) - WWW.OLOSCIENCE.COM
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Medicina indiana o Ayurveda

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Medicina indiana o Ayurveda   Mar Nov 03, 2009 1:06 pm

Allego alcune cosiderazioni sulla medicina indiana o AYURVEDA .

Ayurveda: INTRODUZIONE da http://www.benessere.com/salute/ayurveda/introduzione.htm

"L'Ayurveda probabilmente è il sistema di medicina naturale più antico di cui l'uomo abbia memoria, la parola Ayurveda significa Conoscenza della vita o Scienza del vivere , essa è composta dai termini Ayus (Vita) e Veda (Conoscenza o Scienza).

Nel Charaka Samhita , uno dei testi fondamentali dell'Ayurveda, troviamo la definizione dell'Ayurveda e della materia di cui tratta: "Si definisce Ayurveda la scienza che descrive gli stati della vita vantaggiosi e quelli sfavorevoli, insieme a ciò che è buono e ciò che è nocivo per la vita, che tratta della lunghezza della vita e della vita stessa. " (Charaka Samhita I, 41)

Nello stesso testo troviamo la definizione di Ayus , vita, che è intesa come combinazione di quattro elementi:

  • corpo
  • organi dei sensi
  • mente
  • anima


L'Ayurveda si occupa di tutti gli aspetti del benessere, quello fisico, quello psichico e quello spirituale e si interessa di ciò che è normale tanto quanto di ciò che è anormale o patologico. Secondo l'Ayurveda la salute non è solo assenza di malattia ma è uno stato di continuo appagamento e di benessere, uno stato di felicità fisica, mentale e spirituale. Il concetto di equilibrio espresso dall'Ayurveda comporta non solo il perfetto funzionamento dei vari sistemi ed organi, della psiche e dello spirito, ma anche un rapporto di felice convivenza con tutte le creature, con i familiari, con gli amici, con il lavoro, con il clima e la cultura in cui viviamo, con i propri ideali, con le abitudini, con la verità, con il concetto che si ha di Dio, ecc.

Medicina ayurvedica

Generalmente si usa l'espressione "medicina ayurvedica" per indicare un metodo terapeutico naturale di cui gli aspetti più conosciuti sono la prescrizione di preparati a base di erbe e sostanze naturali, i massaggi, le varie terapie di purificazione e rilassamento spesso abbinate alla cosmesi. Lo scopo principale dell'Ayurveda non si limita a questi aspetti superficiali, ma in realtà consiste nell'eliminazione del senso di separazione fra il puro Sé illimitato (Atma) e le espressioni limitate del relativo (Corpo, Sensi, Mente); questa separazione operata dall'intelletto viene chiamata "errore dell'intelletto" (Pragya Aparada). Nell'analisi che l'Ayurveda fa dell'origine delle malattie, l'errore dell'intelletto si trova al primo posto. Sulla base di questa concezione della vita e dei suoi meccanismi fondata sul sistema filosofico del Samkhya , l'Ayurveda ci porta la conoscenza necessaria a mantenere l'equilibrio del funzionamento della mente e del corpo, come prevenire la perdita della memoria della parte illimitata e pura della vita e come correggere l'errore dell'intelletto che porta all'identificazione con i differenti aspetti della vita e alla perdita della consapevolezza della propria vera natura.

Dopo l'affermazione dello Yoga in tutto il mondo occidentale, ove milioni di persone traggono beneficio dalla sua pratica, assistiamo a un crescente interesse per l'Ayurveda e per i principi che ci ha trasmesso. Tali principi sono utilissimi nella nostra era scientifica perché sono principi immutabili e non soggetti a correnti dottrinarie, essi si ritrovano in tutti i sistemi di medicina tradizionale di tutto il mondo. Anche se nel corso del tempo sono stati apportati molti emendamenti e molte aggiunte alle applicazioni e implicazioni dei principi originari, essi rimangono inalterati nella loro essenza."

Segue


Ho chiesto all'amico Giovanni Fico di iscriversi a questo forum per arricchirci delle sue conoscenze sull' Ayurveda maturate in molti anni a contatto con maestri qualificati e che comprendono anche la meditazione .
Diciamo che farà anche da "filtro" a quanto da me riportato anche in altri interventi e questo non "guasta mai "

Pier
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: Medicina indiana o Ayurveda   Mer Nov 04, 2009 10:21 am

Medicina indiana o AYURVEDA 2 .

L'Ayurveda è probabilmente il più antico sistema di cura della salute. Si basa su una profonda comunione con lo spirito della vita stessa e una profonda conoscenza dei movimenti delle forze della vita nelle sue molteplici manifestazioni connesse all'intero sistema psicofisico.

Ayurveda non è solo una medicina, ma una vera e propria scienza ; è basata sull'osservazione degli esseri viventi e le loro reazioni nell'ambiente in cui vivono; non considera solamente gli individui, ma anche il cibo, le erbe, le emozioni, lo stile di vita, il linguaggio, il clima, tutto ciò che è riflesso nell'ambiente che ci circonda.

L' Ayurveda probabilmente possiede la più lunga esperienza clinica di tutti gli altri sistemi medici: la storia delle cliniche e delle università ayurvediche ha oltre 3000 anni.

E' una medicina ampiamente divulgata in oriente e, oggi, un gran numero di persone in Europa, Stati Uniti e Australia applica questo antico sistema.

Ayurveda è una parola sanscrita composta da AYU = VITA e VEDA = CONOSCENZA, è quindi una scienza che considera la vita nella sua totalità.

Non è soltanto un metodo di cura né soltanto erboristeria, ma piuttosto un sistema che considera l'individuo nella sua completezza di corpo, mente, anima e indrya (Sensi). Essa si occupa degli aspetti psicofisici e spirituali della vita. Perciò può anche essere definita come una scienza olistica.

I Veda sono la più antica testimonianza scritta della Conoscenza. Le parole dei Veda furono accuratamente memorizzate in versetti metrici e trasmesse di generazione in generazione. In tal modo i quattro Veda (Rg Veda, Yajur Veda, Sama Veda, Atharva Veda) si tramandano da milioni di anni e si trovano oggi in forma scritta. Il Rg Veda è il più antico, infatti risale al 1500 a.C.

La scienza vedica è un sistema di conoscenza spirituale che comprende tutti gli aspetti della vita. Essa si occupa di yoga, musica, linguistica, astrologia, architettura, matematica, agronomia e tante altre branche del sapere.

Sebbene tutti i Veda contengano riferimenti all' Ayurveda, nell'Atarva Veda sono molto più numerosi. Inizialmente, l' Ayurveda comprendeva solo otto discipline: Kaya Chikitsa, Bala Chikitsa, Bhuta Vidya, Urdhvanga Chikitsa, Shalya, Danshatra, Jara, e Vrista Chikitsa. Più tardi, si svilupparono molte altre branche. Nei tempi antichi, la chirurgia era molto avanzata.

Dhanvantari, è la prima Divinità che emerge dal rimestamento dell' oceano tenendo nelle mani l'amrita, la bevanda che conferiva immortalità. Come guaritore divino rappresenta l'Ayurveda e viene anche considerato il padre della chirurgia. Il suo discepolo Susruta, scrisse un trattato classico sulla chirurgia plastica; le tecniche di rinoplastica descritte da Susruta sono tuttora seguite dai chirurghi.

Segue
Pier
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: Medicina indiana o Ayurveda   Mer Nov 04, 2009 6:14 pm

Prima di procedere oltre circa la descrizione dell’Ayurveda passiamo al lato pratico di come può essere utilizzata questa antichissima disciplina

Ogni individuo ha tre energie principali (dosha) in proporzioni diverse: Vata, Pitta e Kapha, che determinano modi di comportamento, preferenze, tendenze emotive. i dosha ci consentono di classificare in modo molto semplice le tendenze psicofisiche presenti nel nostro corpo e le disarmonie che ne possono derivare. Quando individuiamo uno squilibrio in un dosha è molto facile capire quale rimedio ci aiuterà a ritrovare il nostro stato di equilibrio e armonia. Per riequilibrare un dosha, le qualità opposte devono essere incrementate attraverso cambiamenti nello stile di vita, dieta appropriata, erbe, oli, massaggio, colori e pietre, o la pratica dello yoga.

Vata rappresenta il movimento e il vento. Le sue qualità sono: freddo, secco, leggero e mobile. Le persone con una predominanza di Vata tendono ad essere esili, attive, entusiaste e veloci nell'afferrare i concetti. Uno squilibrio di Vata produce mancanza di radicamento, preoccupazione, ansia, insonnia o dolore, e la pelle può diventare secca e screpolata.
Pitta rappresenta il fuoco e la digestione. Le sue qualità sono: caldo, oleoso, leggero e mobile. Le persone in cui predomina Pitta tendono ad essere di corporatura media e muscolosa, di intelligenza acuta e percettiva, e articolate nell'espressione. Uno squilibrio di Pitta può causare febbre, infiammazioni, eruzioni cutanee, ulcere, un temperamento esplosivo e tendenza alla critica e al perfezionismo, e la pelle può produrre acne e irritarsi.
Kapha rappresenta la coesione. Le sue qualità sono: freddo, umido, pesante e stabile. Le persone con una predominanza di Kapha tendono ad avere un corpo grande, forte e pesante e una natura compassionevole, amorevole e paziente. Uno squilibrio di Kapha può causare congestione, gonfiori, obesità e letargia, e la pelle può soffrire per mancanza di afflusso sanguigno.

Visionando il link http://www.divya.it/test1.html si può fare un test per vedere a quale Dosha una persona appartiene . E' necessario spuntare una solo delle caratteristiche che si trovano nelle tre colonne fino alla fine del questionario. Cioè non è ammesso dare più risposte nella riga orizzontale .
Alla fine bisogna cliccare su tasto trova il mio dosha .
Se mi comunicate solo il risultato finale( cioè quanto è Vata, Pitta e Kapha ) potrò inviare per PM (e sempre per gioco) con la descrizione delle vostre caratteristiche .
Il test indica solo le carattestiche del dosha dominante . Io inserirò anche le caratterstiche intermedie dei due dosha maggiori ad esempio un idividuo Vata/Pitta.
Se il giochino piace potremo procedere a conoscere successivamente quale è il vostro dosha squilibrato ed infine ,con le dovute cautele , potrò indicare una possibile dieta riequilibrante (non è la dieta che normalmente viene intesa) tratta da alcuni autori (che citerò di volta in volta) i cui libri si possono trovare nelle librerie.
Pier
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Medicina indiana o Ayurveda   Oggi a 11:08 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
Medicina indiana o Ayurveda
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» estrazione dati medicina di gruppo
» Se il server di medicina di gruppo si rompe
» Medicina cinese: come svegliarsi bene al mattino ? Vulvodinia.info
» Medicina ayurvedica ? Vulvodinia.info
» Carta-Medicina 27:Libellula

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia) :: Salute & Medicina-
Andare verso: