Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Il forum scientifico di Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico) - WWW.OLOSCIENCE.COM
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 RAJNEESH

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: RAJNEESH   Mar Feb 16, 2010 11:08 am

E fra i personaggi del secolo scorso più noti in occidente c'è da considerare senza dubbio RAJNEESH, poi diventato famoso con il nome di OSHO.
Condensare in una paginetta tutto quello che un personaggio così singolare come Osho, ha detto, scritto e fatto, non è neppure concepibile. Ma egli è stato non soltanto uno dei Guru indiani più celebri del secolo, ma anche dei più controversi. Nato nel 1931 e morto nel 1990 era divenuto professore di filosofia. Poi si è scoperto “illuminato”, e quindi anche maestro spirituale e poi, nel 1974, ha fondato a Pune il suo centro di meditazione, o Ashram.
Affermava di non aver alcun “catechismo” (fede o religione) da insegnare, e la sua filosofia e/o tecnica preferita, era quella di spiegare ai propri discepoli, qualunque fosse la materia di loro interesse, dapprima il significato remoto delle loro credenze in quella materia, e quindi chiarirle, approfondirle e infine, … contraddirle e demolirle completamente.
Il tutto in un contesto di antico e moderno, una miscela di mistico tradizionale e di psicologico moderno, di meditazione e di dinamismo. E quanto alla meditazione, la sua enfasi era data sopratutto alla “meditazione dinamica”.
Ma in realtà non propugnava un solo sistema di meditazione perché, anzi, ne proponeva addirittura 112, e tutti come delle tecniche da provare e sperimentare come se, insieme, queste tecniche fossero come un mazzo di chiavi tutte da provare nella propria serratura, perché una di queste avrebbe sicuramente aperto la porta del nostro Sé.
Ma ciò che lo aveva reso così tanto famoso e, nello stesso tempo, così … “chiacchierato”, era stata la pratica da lui propagandata della “libera sessualità”, la quale senza dubbio aveva costituito anche la presa più forte sui giovani di tutto il mondo, specialmente occidentale.
Infatti, ad un certo punto fu costretto ad andarsene da Pune, dall'India, quando ormai nel suo Ashram erano arrivati fino a 30.000 visitatori occidentali. Allora si spostò in America, dove divenne anche lì molto famoso, in particolare per la storia delle 100 Rolls Royce acquistate per farne una vera e propria “collezione”, scatenando così una polemica interminabile che nasceva anche dal raffronto tra la miseria dell'India e l'opulenza da nababbi, ostentata da questo Guru molto spettacolare.
A ciò si aggiungevano altre accuse, come quelle di incitare alla violenza, alla rivolta, all'uso di droghe illecite, e perfino di contribuire alla diffusione dell'AIDS. Certamente, per i cosiddetti ben pensanti (in pratica quelli che pensano sempre male), la pratica del sesso libero, (ossia completamente libero da sensi di colpa), era straordinariamente avvincente e veniva accomunata anche alle idee da lui propagate, così libere ed anticonformiste rispetto ai canoni sociali.
Anche in Europa ci fu un grande fermento per queste teorie di Osho e, dovunque, si formavano anche spontaneamente dei Gruppi che venivano chiamati “arancioni”, e che talvolta entravano in simbiosi anche con dei movimenti politici (in Italia, ad esempio, con il partito radicale).
Intanto, Osho negli USA aveva cercato di costituire un mini-stato nell'Oregon, finché successe il patatrac! La sua segretaria che amministrava tutto quanto, un bel giorno era scappata in Svizzera portandosi via la cassa dell'intero movimento. Poi seguì anche l'arresto dello stesso Guru che, finito in prigione, fu anche avvelenato dalla CIA, come disse lui stesso. Quindi fu espulso dagli USA e andò ramingo a cercare qualche altro stato dove potesse essere accettato in modo stabile, ma dovunque, trovava le porte chiuse.
Finì con il ritornare ancora in India, rimanendo sempre come una icona dell'estremismo e, insieme, dell'anticonformismo religioso. A distanza di 20 anni ormai dalla sua morte (1990), pare che si sia placato lo scalpore che si era fatto intorno a questo personaggio anche molto pittoresco, eppure, tutti i suoi libri continuano ad essere venduti a milioni in tutto il mondo. Anche perché i suoi libri, oltre ad essere anticonformisti (sopratutto per un maestro religioso), sono anche molto divertenti (vi si trovano molte barzellette usate proprio per il suo insegnamento).
Le altre “esteriorità” per cui era diventato molto famoso, sembrano invece passate di moda. Ad es. i vestiti degli Hippy, e gli Eskimo, e gli zoccoli in legno … Il tutto sembra che si sia amalgamato nel mare magnum della “New Age”, che ormai comprende di tutto, dal buddismo, allo yoga, allo spiritismo, all'esoterismo, ecc.
Forse gli “arancioni” adesso sono divenuti soltanto meno “visibili”, perché meno di frequente indossano la loro divisa di ordinanza “arancione”, e quindi il loro “mala”, cioè la foto del loro guru al collo. Probabilmente i ventenni di oggigiorno non hanno mai sentito parlare di “mala”, o di “sannyasi”, e forse non hanno mai letto nemmeno la loro rivista titolata “Re Nudo”.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
RAJNEESH
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia) :: Discipline Vediche e Spiritualità-
Andare verso: