Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Il forum scientifico di Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico) - WWW.OLOSCIENCE.COM
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Pragya-Aparadh, l'errore dell'intelletto: come "dimentichiamo" il Campo Unificato.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Pragya-Aparadh, l'errore dell'intelletto: come "dimentichiamo" il Campo Unificato.   Mar Feb 23, 2010 3:35 pm

Trovo interessante questo articolo
La Scienza Vedica considera la crescita verso l'Illuminazione come la base per la salute perfetta. Ciò avviene grazie al risveglio della mente e del Sè individuali verso il loro pieno stato: il Campo Unificato (Brahman o "totalità"). Questo conduce ad agire spontaneamente in accordo con la Legge Naturale ed inoltre ristabilisce l'espressione della sequenza appropriata della Legge Naturale che dà origine alla salute perfetta.

Secondo questa visione, il corpo viene considerato come un'espressione del Campo Unificato. Ravvivare la nostra correlazione cosciente con quel campo è perciò ritenuto un fattore che promuove la guarigione ed induce un'influenza salutare sul corpo. Tutto ciò ravviva l'ordine e i modelli che dovrebbero essere prevalenti in un corpo sano. Il corpo, essenzialmente, non è tanto costituito da materia, ma da un dispiegamento sequenziale di modelli di intelligenza.

Ora, come può essere distrutta questa sequenza? In che modo perdiamo la "memoria" del nostro stato di Campo Unificato?

Maharishi inizia l'analisi di questo aspetto con una considerazione basilare riguardante l'interazione fra le componenti della triplice natura del Campo Unificato: Rishi, Devata e Chandas. Egli chiama queste tre entità del Campo Unificato di coscienza, come "componenti concepite intellettualmente". Dicendo che l'osservatore, il processo di osservazione, e la cosa osservata sono "componenti concepite intellettualmente", Maharishi enfatizza il fatto che esse sono il prodotto di una discriminazione intellettuale, piuttosto che fenomeni dotati di una esistenza assoluta.

Con la parola "intelletto" si intende qualche cosa di più profondo della facoltà che viene misurata con i tests che rilevano il quoziente di inttelligenza; essa si riferisce piuttosto, alla facoltà che traccia distinzione e che discrimina. Essa funge da punto di giunzione con Rishi, Devata e Chhandas.

Secondo la spiegazione di Maharishi, la manifestazione nell'Universo materiale non crea alcuna difficoltà fino a quando l'intelletto non si perde nelle sue stesse discriminzioni. Ma come una tempesta di sabbia può nascondere il paesaggio, il vortice delle interazioni dinamiche fra Rishi, Devata e Chhandas può nascondere la realtà ultima.

L'intelletto si perde nella visione complessa sempre mutevole del mondo. La Coscienza diventa "oggetto-riferente" invece di auto-riferente, persa nel valore mascherante di Chhandas ( l'oggetto di conoscenza ). L'incantamento della creazione materiale riempie la mente.

La memoria della silenziosa coscienza di unità - il Samhita di Rishi, Devata e Chhandas - scompare
Questa consapevolezza unilaterale viene chiamata Pragya - Aparadh.

Il vero problema non è la diversificazione, la manifestazione della pura coscienza nella materia, ma piuttosto la dimenticanza dell'unità sottostante mentre si gioisce dell'espressione materiale. Ciò costituisce l' "errore". Il nostro godimento e coinvolgimento nella diversità non è un problema in se stesso, ma lo diventa quando l'unità viene dimenticata.

Questa "perdita di memoria" come viene chiamata nella Scienza Vedica, porta ad un giudizio errato sul modo di agire ni riguardi della salute e delle altre aree della vita: l'azione avviene fuori dalla sintonia con la Legge Naturale e così le scelte vengono fatte soltanto in riferimento ai cinque sensi invece che nei termini della totalità della vita.

Per esempio, qualcuno potrebbe scegliere di mangiare troppo cibo nocivo, oppure lavorare troppo duramente trascurando il sonno, oppure, in qualche modo, indulgere in comportamenti che contribuiscono a creare malattia. Tutto ciò inoltre conduce alla perdita della corretta sequenza espressiva della Legge Naturale nel corpo.

Così, in accordo con L'Ayurveda Maharishi, Pragya-Aparadh costituisce la causa basilare di tutte le malattie: esso predispone la persona a scelte di vita che insidiano la salute e dimenticano l'espressione dell'intelligenza naturale del corpo. Quando Pragya-Aparadh viene rovesciato, ciò costituisce la base di ogni cura e migliora la vita sotto tutti gli aspetti.

Le tecnologie della coscienza dell'Ayurveda Maharishi, ovvero la Meditazione Trascendentale e le sue tecniche avanzate, sono strutturate in modo tale da sconfiggere Pragya-Aparadh e "ristabilire la memoria" del Campo Unificato.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
Pragya-Aparadh, l'errore dell'intelletto: come "dimentichiamo" il Campo Unificato.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» consigli esami " storia della scienza" e "storia dell'arte contemporanea con sperken"+ labor di informatica classico
» "Scadenza" formulari
» Accordo fra le imprese informatiche di Confindustria e il ministero dell'Ambiente sui "nodi" del Sistri
» ..questo è raee "domestico" (pericoloso)?
» viaggio pianificato "saltato"

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia) :: Discipline Vediche e Spiritualità-
Andare verso: