Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Il forum scientifico di Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico) - WWW.OLOSCIENCE.COM
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 I farmaci antiacido incidono sulla soliditÓ ossea aumentando la possibilitÓ di batterio intestinale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: I farmaci antiacido incidono sulla soliditÓ ossea aumentando la possibilitÓ di batterio intestinale   Gio Mag 20, 2010 9:52 am

By Edoardo Capuano - Posted on 17 maggio 2010

I farmaci inibitori della pompa protonica, comunemente usati in casi di acidita' di stomaco, possono aumentare del 25% il rischio di fratture, e aumentano la probabilitÓ di batterio intestinale Clostridium DIfficile.

Lo hanno dimostrato alcuni studi pubblicati dalla rivista Archives of Internal Medicine. Il primo di questi effetti indesiderati Ŕ stato studiato dall'UniversitÓ di Washington: analizzando i dati di pi¨ di 130 mila donne seguite per otto anni Ŕ stata trovata nelle pazienti che assumevano questi farmaci una maggiore probabilitÓ di fratture spinali del 47 per cento, e di fratture al braccio del 26 per cento.

In totale, il rischio di spezzarsi un osso aumenta di un quarto, scrivono gli autori. In un secondo studio portato avanti dal Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston si sono osservati pi¨ di 100 mila pazienti per 5 anni. L'incidenza del C. Difficile Ŕ stata dello 0,3 per cento in coloro che non prendevano i farmaci antiacido, e dell'1,4 per cento in quelli che invece li assumevano, con un aumento del 366 per cento.

"Questi farmaci sono molto utili - ha affermato un editoriale di accompagnamento agli studi - ma se usati eccessivamente gli effetti collaterali sono maggiori dei benefici".

Fonte: salute.agi.it
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Claudio Sauro



Numero di messaggi : 286
Localisation : Italia
Data d'iscrizione : 19.10.09

MessaggioOggetto: risposta.   Gio Mag 20, 2010 1:32 pm

pier ha scritto:
By Edoardo Capuano - Posted on 17 maggio 2010

I farmaci inibitori della pompa protonica, comunemente usati in casi di acidita' di stomaco, possono aumentare del 25% il rischio di fratture, e aumentano la probabilitÓ di batterio intestinale Clostridium DIfficile.

Lo hanno dimostrato alcuni studi pubblicati dalla rivista Archives of Internal Medicine. Il primo di questi effetti indesiderati Ŕ stato studiato dall'UniversitÓ di Washington: analizzando i dati di pi¨ di 130 mila donne seguite per otto anni Ŕ stata trovata nelle pazienti che assumevano questi farmaci una maggiore probabilitÓ di fratture spinali del 47 per cento, e di fratture al braccio del 26 per cento.

In totale, il rischio di spezzarsi un osso aumenta di un quarto, scrivono gli autori. In un secondo studio portato avanti dal Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston si sono osservati pi¨ di 100 mila pazienti per 5 anni. L'incidenza del C. Difficile Ŕ stata dello 0,3 per cento in coloro che non prendevano i farmaci antiacido, e dell'1,4 per cento in quelli che invece li assumevano, con un aumento del 366 per cento.

"Questi farmaci sono molto utili - ha affermato un editoriale di accompagnamento agli studi - ma se usati eccessivamente gli effetti collaterali sono maggiori dei benefici".

Fonte: salute.agi.it

E' ovvio pier, l'aciditÓ gastrica gioca un ruolo fondamentale nell'assorbimento del calcio.
Lo stomaco deve avere un PH di almeno 6 per un buon assorbimento del calcio.
Se pensi che gli inbitori di pompa portano questo PH praticamente a zero, ti rendi conto quanto pu˛ essere compromesso l'assorbimento del calcio ma pure di altri elementi che hanno una valenza basica.
Lo ione calcio si lega normalmente con l'acido cloridrico formando cloruro di calcio, ma se l'acido cloridrico viene a mancare questo legame salta ed il calcio si perde con le feci.
Inoltre la barrira acida dello stomaco Ŕ estremamente importante anche per bloccare molti batteri e funghi.
Se questa viene a mancare i batteri passano nell'intestino e causano colite.
Cosý se prima vevi la gastrite ti ritrovi con la colite, che ti pu˛ dare diarrea come stipsi a seconda del batterio che prevale.
Inoltre una costante comune della colite, oltre al dolore tipo colica (piccole coliche ma continue) Ŕ il gonfiore.
Io non ho nessuna simpatia per gli inibitori di pompa, li prescrivo solo se viene diagnosticata un ulcera e per un periodo non superiore alle quattro settimane.
Purtroppo invece escono dagli ospedali e dagli specialisti pazienti che hanno prescritti gli inibitori di pompa come cura permanente, oltre ad una decina di altri farmaci di varia provenienza
E questa Ŕ la realtÓ della sanitÓ italiana
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
I farmaci antiacido incidono sulla soliditÓ ossea aumentando la possibilitÓ di batterio intestinale
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» chiedo chiarimenti su somministrazione di farmaci a scuola e sulla presa visione della diagnosi funzionale
» Quali fattori influiscono sulla sicurezza di Pearly, LadyComp, BabyComp?
» Dubbi amletici sulla panna
» numero pezzi e spesa farmaci
» Chiarimenti dell'Albo Gestori sulla figura dell'intermediario

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia) :: Salute & Medicina-
Andare verso: