Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Il forum scientifico di Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico) - WWW.OLOSCIENCE.COM
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Scoperto il microbo extraterrestre

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Scoperto il microbo extraterrestre   Gio Dic 02, 2010 6:21 pm

A quanto pare gli antichi Rishi avevano ragione quando parlavano di altri mondi i cui abitanti che avrebbero visitato la terra .
Dal Televideo Rai di oggi
Scoperto il microbo extraterrestre

La Nasa: ecco la vita aliena. Sulla Terra
Annunciata una conferenza stampa in programma alle 20 ora italiana per 'svelare l'enigma'
Forme di vita 'aliene' ma non nello spazio bensi' sulla Terra. Sarebbe questa, secondo le indiscrezioni circolate in queste ore, la nuova scoperta che la Nasa si appresta ad annunciare stasera nel corso di una conferenza stampa, in programma alle 20 (ora italiana). Mentre c'e' grande attesa nel mondo per il misterioso annuncio ufficiale, su internet rimbalza la notizia che la Nasa avrebbe rilevato la presenza di forme di vita in grado di sopravvivere in condizioni inimaginabili e sicuramente letali per gli esseri umani.

In particolare, l'ente spaziale avrebbe individuato, in un lago ricco di arsenico, negli Stati Uniti, la presenza di un microbo in grado di sopravvivere in condizioni proibitive per l'essere umano. La scoperta della Nasa, farebbe aumentare quindi la probabilita' che altre forme di vita, non necessariamente dipendenti da atmosfere simili a quella che consente la vita degli esseri umani, esisterebbero in pianeti diversi dal nostro.

La "scoperta astrobiologica" che l'ente spaziale rivelera' tra poche ore, potrebbe risolvere l'enigma che da sempre affligge l'uomo: e cioe' scoprire se gli esseri umani siano o no l'unica forma di vita possibile, non solo nell'universo, ma anche sulla stessa Terra.

Il Centro ufologico Nazionale: batteri alieni sulla Terra? Siamo tutti alieni
"Se le indiscrezioni circolate sulla nuova scoperta della Nasa fossero vere, potrebbero confermare che siamo tutti alieni". Lo dice il segeretario generale del Centro Ufologico Nazionale (Cun), Roberto Pinotti, commentando all'ADNKRONOS le indiscrezioni sulla nuova scoperta della Nasa, che dovrebbe essere annunciata ufficialmente nelle prossime ore. Scoperta che dovrebbe riguardare un microbo, individuato negli Stati Uniti, che riesce a vivere in un lago ricco di arsenico, un ambiente ritenuto finora mortale per qualsiasi essere vivente.

"Se sulla Terra hanno trovato batteri vivi dello stesso tipo di quelli marziani - sottolinea Pinotti - ci troveremmo di fronte a una forma di vita che c'era all'orgine anche su Marte. Se cosi' fosse, vorrebbe dire che il fenomeno vita e' stato importato sulla Terra e che siamo tutti alieni".

"Credo -aggiunge- che la Nasa probabilmente illustrera' la conferma che forme di vita individuate nel sistema solare, probabilmente su Marte, Giove o anche Titano, hanno trovato riscontro anche sulla Terra".

Il Centro italiano studi ufologici: potrebbero esistere altre forme di vita
"La scoperta della Nasa aumenta la probabilita' di trovare altre forme di vita esistenti". Cosi' il responsabile del Centro italiano studi ufologici (Cisu), Paolo Toselli, commenta all'ADNKRONOS le indiscrezioni circolate sulla nuova scoperta della Nasa, che in California avrebbe rilevato la presenza di un microbo che riesce a vivere in un lago ricco di arsenico, un ambiente ritenuto finora mortale per qualsiasi essere vivente. L'annuncio ufficiale da parte dell'ente spaziale sara' dato questa sera.

"La presenza di un microbo che sopravvive in condizioni diverse sconvolgerebbe la teoria per la quale la vita deve avere elementi certi e aprirebbe invece a forme di vita differenti - prosegue Toselli - Dimostrare che la vita non e' solo come la intendiamo noi aumenterebbe la probabilita' di trovare elementi di vita su altri mondi".

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Re: Scoperto il microbo extraterrestre   Ven Dic 03, 2010 12:14 pm

pier ha scritto:
A quanto pare gli antichi Rishi avevano ragione quando parlavano di altri mondi i cui abitanti che avrebbero visitato la terra .
Dal Televideo Rai di oggi
Scoperto il microbo extraterrestre

La Nasa: ecco la vita aliena. Sulla Terra
Annunciata una conferenza stampa in programma alle 20 ora italiana per 'svelare l'enigma' ..........................


Scoperto il microbo extraterrestre

ArchivioStampa
E. T. è già tra noi e si nutre d'arsenicoScoperto un microbo alieno, che potrebbe provare l'esistenza di forme di vita extraterrestre. Ma E.T., a quanto pare, è già tra noi: vive in fondo al Mono Lake, nel Parco Nazionale di Yosemite (California), un lago ricco di arsenico e pertanto considerato inabitabile e letale per ogni forma di vita
Scoperto un microbo alieno, che potrebbe provare l'esistenza di forme di vita extraterrestre. Ma E.T., a quanto pare, e' gia' tra noi: vive in fondo al Mono Lake, nel Parco Nazionale di Yosemite (California), un lago ricco di arsenico e pertanto considerato inabitabile e letale per ogni forma di vita. Ma non per il microbo protagonista di una scoperta pubblicata su 'Science' e finanziata della Nasa, che vede in prima linea gli astrobiologi della Arizona State University.

A quanto pare il microbo alieno, ceppo GFAJ-1 della famiglia Halomonadaceae di Gammaproteobacteria, per sopravvivere si nutre proprio dell'arsenico, elemento che addirittura finisce per sostituire il fosforo alimentando questa creatura E.T.. Una scoperta non da poco considerando che tutte le forme di vita che conosciamo necessitano di fosforo per sopravvivere, solitamente sotto forma di fosfato inorganico. In laboratorio i ricercatori sono riusciti a crescere il microbo in questione con una dieta estremamente povera di fosforo, ma con generose porzioni di arsenico. Paul Davies, coautore dello studio, ha gia' ipotizzato che forme di vita diverse dalla nostra potrebbero esistere e sopravvivere al fianco della vita a noi nota sulla Terra, in una sorta di "biosfera ombra".

"Questo organismo ha una doppia capacita' - sottolinea - puo' crescere con il fosforo o l'arsenico, il che la rende molto particolare, anche se non significa si tratti di una qualche forma di vita totalmente aliena, con un'origine diversa. Ma tuttavia GFAJ-1 potrebbe essere l'indizio dell'esistenza di organismi ancora piu' misteriosi. Il Sacro Graal sarebbe un microbo che non contiene affatto fosforo". Non solo. Il futuro potrebbe riservare altre sorprese. L'organismo stanato "e' sicuramente la punta di un grande iceberg - assicura infatti l'astrobiologo - e ha in se' la possibilita' di aprire un dominio tutto nuovo nella microbiologia".

Il Centro ufologico Nazionale: batteri alieni sulla Terra? Siamo tutti alieni
"Se le indiscrezioni circolate sulla nuova scoperta della Nasa fossero vere, potrebbero confermare che siamo tutti alieni". Lo dice il segeretario generale del Centro Ufologico Nazionale (Cun), Roberto Pinotti, commentando all'ADNKRONOS le indiscrezioni sulla nuova scoperta della Nasa, che dovrebbe essere annunciata ufficialmente nelle prossime ore. Scoperta che dovrebbe riguardare un microbo, individuato negli Stati Uniti, che riesce a vivere in un lago ricco di arsenico, un ambiente ritenuto finora mortale per qualsiasi essere vivente.

"Se sulla Terra hanno trovato batteri vivi dello stesso tipo di quelli marziani - sottolinea Pinotti - ci troveremmo di fronte a una forma di vita che c'era all'orgine anche su Marte. Se cosi' fosse, vorrebbe dire che il fenomeno vita e' stato importato sulla Terra e che siamo tutti alieni".

"Credo -aggiunge- che la Nasa probabilmente illustrera' la conferma che forme di vita individuate nel sistema solare, probabilmente su Marte, Giove o anche Titano, hanno trovato riscontro anche sulla Terra".

Il Centro italiano studi ufologici: potrebbero esistere altre forme di vita
"La scoperta della Nasa aumenta la probabilita' di trovare altre forme di vita esistenti". Cosi' il responsabile del Centro italiano studi ufologici (Cisu), Paolo Toselli, commenta all'ADNKRONOS le indiscrezioni circolate sulla nuova scoperta della Nasa, che in California avrebbe rilevato la presenza di un microbo che riesce a vivere in un lago ricco di arsenico, un ambiente ritenuto finora mortale per qualsiasi essere vivente. L'annuncio ufficiale da parte dell'ente spaziale sara' dato questa sera.

"La presenza di un microbo che sopravvive in condizioni diverse sconvolgerebbe la teoria per la quale la vita deve avere elementi certi e aprirebbe invece a forme di vita differenti - prosegue Toselli - Dimostrare che la vita non e' solo come la intendiamo noi aumenterebbe la probabilita' di trovare elementi di vita su altri mondi".

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
Scoperto il microbo extraterrestre
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» il mio ragazzo ha problemi di gioco d'azzardo
» Dizionario Romano (dal sito scoperto da Nadir...) :D
» Dani: la mia storia di tumore mammario
» sondaggino :come avete scoperto montignac?
» quando non c'è l'insegnante di sostegno?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia) :: Scienze della Terra-
Andare verso: