Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Il forum scientifico di Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico) - WWW.OLOSCIENCE.COM
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Una amica mi ha inviato questa e- mail

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
pier



Numero di messaggi : 739
Data d'iscrizione : 10.10.07

MessaggioOggetto: Una amica mi ha inviato questa e- mail   Sab Gen 08, 2011 2:08 pm

"credo che anche tu hai seguito la moria di pesci e di uccelli in America e in Svezia, a cui non sanno dare una risposta.
Ora la moria di passeri e uccelletti vari è arrivata anche in Italia e solo alcuni studiosi hanno detto che tutto dipende dai prodotti chimici che mettono sulle piante e che sono altamente velenosi, non soltanto per gli animali...
Le api muoiono e non fanno più miele perché i fiori sono avvelenati, Alcuni scienziati d'America si stanno battendo per non permettere la trapanazione del fondo dei Campi Flegrei ,a Napoli, per non scatenare lo stesso terremoto che avvenne 16mila anni fa e che distrusse quasi mezza Europa... Insomma siamo davvero alla fine dei tempi e tutto ciò dipende dall'uomo!
Io sono presa da una tristezza infinita, mi sembra di essere altrettanto colpevole e mi chiedo perché poi siamo nati, io, te e altri pochi amici miei, per vedere tanto sfacelo e non poter fare niente.
Perché ci è stata data questa opportunità, in un periodo così nero?
Chissà..."

ED IO COSI' HO RISPOSTO
Allego alcune recentissime notizie.
La gente è troppo preoccupata a seguire lo sport , la politica e gli avvenimenti mondani e tra qualche anno si preoccuperà del caro pane e del caro tutto come in Algeria in questi giorni .
Di fronte a questo disastro non possiamo fare nulla perché questo è quello che vuole la società "moderna" .
Speriamo che la gente capisca come è stata presa in giro e reagisca ma lo dubito. Personalmente non mi sento colpevole parché ho fatto (e sto facendo) tutto ciò che era in mio potere.
Vi è a considerare, come puoi vedere qui sotto, che vi sono dei gruppi che invitano alla preghiera e meditazione di gruppo ma temo fortemente che questo sia un altro sistema per fare business .

Bruce Lipton, nel suo libro “Evoluzione spontanea” segnala due importanti iniziative scientifiche (così le definisce):
- L’Institute of HeartMath ha lanciato la Global Coherence Initiative per determinare l’influenza coordinata di milioni di persone che praticano consapevolmente quello che definiscono “una premura amorevole e una intenzione focalizzate dal cuore e dirette a spostare la coscienza globale dall’instabilità e dalla discordia all’equilibrio, alla cooperazione e alla pace perenne.”

Hanno reclutato grandi numeri di partecipanti in tutto il pianeta. www.glcoherence.org/about-us/about.html

-----------------------------------------------------------------------------------

Inoltre due diversi progetti di “creazione di coerenza”: L’Intention Experiment di Lynne Mc Taggart ( già segnalato)

e il Common Passion

www.commonpassion.org

Il direttore Jo Giove propone un’idea ambiziosa ma degna di essere tentata: offre la possibilità a milioni di persone

di riunirsi e focalizzare l’amore umano verso un unico grande intento.

Un enorme lavoro di équipe svolto da milioni di individui, non credenti e di ogni religione, che operano per creare la pace e l’armonia sociale.

Nel loro sito c’è un bellissimo filmato sulla nostra meravigliosa Madre Terra:

http://www.youtube.com/watch?v=LwGvfdtI2c0


Le chemtrails rappresentano lo spartiacque della chimica

--------------------------------------------------------------------------------

Posted on 08 gennaio 2011

"Scie chimiche": in questa dicitura diventata ormai quasi tragicamente banale si concentra la quintessenza venefica di questi tempi crepuscolari. La chimica, che nacque già come snaturamento e semplificazione della scienza alchemica, domina da alcuni decenni il mondo, con tutte le sue nutrite e spesso dannose conseguenze. Fu negli anni ‘50 del XX secolo che la chimica cominciò ad invadere il pianeta: fu demonizzata la Cannabis indica da cui si sarebbero potuti ricavare fibre tessili, materiali sostitutivi della plastica, farmaci e carburanti. La coltivazione della Cannabis fu dichiarata illegale prima negli Stati Uniti, poi via via nei vari paesi del mondo. L’industria petrolchimica si espanse in ogni dove, offrendo e soprattutto imponendo prodotti che, riversati sui mercati, entrarono nella vita quotidiana, nelle linde, asettiche abitazioni dei cittadini, incantati dalle comodità di un mondo sintetico. Intanto il fatturato delle società, che controllavano l’estrazione e la raffinazione del greggio, crebbe in modo esponenziale. Le multinazionali chimiche e farmaceutiche allungarono i loro tentacoli urticanti sul globo.

L’agricoltura, l’industria alimentare, la zootecnia, la produzione di farmaci e molti altri settori si legarono alla chimica da cui non si sono più emancipati. Se è vero che alcuni medicinali possono essere utili, soprattutto quando occorre alleviare dei sintomi, è indubbio che molti rimedi naturali sono di gran lunga più efficaci e con effetti collaterali minori o inesistenti. La natura è sempre più spesso criminalizzata. Come oggi si accusa dei cosiddetti cambiamenti climatici il vitale biossido di carbonio, si sono negli anni passati demonizzati i raggi ultravioletti del Sole: è necessario esporsi ai raggi solari con gradualità e con vari accorgimenti, ma la luce solare è benefica. Privare le piante, gli animali e gli uomini di questo dono salutifero è un delitto: innumerevoli studi dimostrano che il Sole è giovevole nella cura di molte malattie e che favorisce il benessere psico-fisico. Risulta dunque tanto più grave che siano generate coltri chimiche che, filtrando la luce della nostra stella, creano un ambiente livido in cui l’uggia e le patologie possono soltanto prosperare. Il Sole non è solo un’enorme centrale dove avvengono reazioni di fusione nucleare: è energia vitale, un mandala cosmico.[1]

Quale futuro attende le attuali generazioni di bambini e di adolescenti, costretti a “vivere” in un mondo insalubre, abituati ad alimentarsi con cibi transgenici e pieni di coloranti, di conservanti, di edulcoranti artificiali, ad usare il dentifricio con il fluoro, a trascorrere intere giornate davanti al televisore o invischiati nelle ragnatele elettromagnetiche di cellulari, forni a microonde, reti wireless, intrappolati in città in cui esalano mortali vapori di benzene…? Tutto ciò è stato ideato ed attuato con scientifica crudeltà dal sistema: gli alunni trascorrono mattina e pomeriggio in luoghi chiusi illuminati da lampade al neon, sospettate di causare melanomi. Imprigionati in tetre scuole in cui non si apprende quasi nulla o dove si è indottrinati, queste generazioni cresceranno deboli nel corpo ed ancor più nello spirito. I giovani di oggi, divenuti adulti, saranno operai-schiavi, impiegati-schiavi, imprenditori-schiavi e perpetueranno il loro malsano stile di vita in case-loculi, in fabbriche ed uffici.

La chimica e l’elettronica hanno trasformato la vita: esiste oggi ancora qualcosa di naturale? I cosmetici, i detergenti, i filtri solari, i vaccini, i prodotti per l’igiene personale, i farmaci… sono altrettante bombe pronte ad esplodere da un momento all’altro. Occorre recuperare un contatto con la realtà e riscoprire i legami con la natura, prima che sia troppo tardi: è necessario imparare ad osservare, a discernere, a provare empatia… Ancora più perniciosa delle miscele tossiche che gli avvelenatori ci ammanniscono è il disamore per la bellezza e la verità.

Troveremo maestri per gli allievi della televisione? Esiste una via d’uscita? Se esiste, essa passa attraverso la consapevolezza: essere consci delle insidie tese dal sistema per costruire un’esistenza scevra di condizionamenti e di luoghi comuni. L’ultimo barlume di speranza è affidato alla denuncia implacabile dell’ipocrisia con cui il potere ammanta le sue diaboliche iniziative. Nessun potere è filantropo. Lo stato è una costruzione demoniaca. L’ultimo barlume è nella Coscienza che nessuna tecnologia può soverchiare. Anzi, l’enfasi sulla tecnologia, tipica delle élites, è segno di arrogante debolezza.

“Scie chimiche”: in questo sintagma – espressione quanto mai idonea - culmina la degradazione del pianeta, l’intossicazione e l’abbrutimento dell’umanità. Le chemtrails sono l’inevitabile coronamento di un malefico piano chimico-tecnologico volto a devastare ed a distruggere le ultime isole naturali ed a demolire gli ultimi baluardi di civiltà. Non bisogna, però, desistere né disperare: infatti in questo apogeo di orrore si palesa la vittoria finale sulle tenebre. La gigantesca piramide, minata nella sua base, già mostra crepe ed è destinata a crollare. Miseramente.

[1] Sulle proprietà terapeutiche della luce, si vedano almeno i seguenti studi:

F. Marchesi, La luce che cura, Milano, 2002 con doviziosa bibliografia inclusa
A. Meluzzi, T. Margiotta, G. Francesetti,"La luce come terapia, Pavia, 1990
J. N. Ott, Health and Light: the effects of natural and artificial light on Man and other living things, 1950
N.E. Rosenthal, Seasonal affective disorder and phototeraphy, in Annals of the New York Academy of Sciences, 453, 1985

Articolo correlato: Freeskies, Exit strategy?, 2010.

Articolo originale commentato dai lettori

Autore: Zret

Fonti: tankerenemy.com - Scie Chimiche (Chemtrails)

Wikileaks: l’EPA sapeva che la clothianidina era un veleno per le api

--------------------------------------------------------------------------------

Posted on 06 gennaio 2011

Mentre la frenesia dei media su WikiLeaks è incentrata sulla divulgazione di decine di migliaia di documenti militari classificati e documenti del Dipartimento di Stato americano, un documento trapelato dall’Environmental Protection Agency (EPA, ndr) ha creato subbuglio tra i conservatori, gli ambientalisti e gli apicoltori.

La nota del 2 novembre è trapelata da un apicoltore del Colorado, ed indica che l’EPA era ben consapevole del fatto che il pesticida clothianidina pone alcuni gravi rischi per le api ed il miele. Ci sono stati dubbi riguardo a questo prodotto chimico sin dal 2003, ed è già stato vietato in Germania, Francia, Italia e Slovenia a causa della sua tossicità; ma l’EPA ha deciso di spazzare tutto sotto il tappeto, per mantenere il pesticida sul mercato.

La clothianidina, commercializzata come “Poncho” dalla Bayer, è ampiamente utilizzata su mais, così come colza, soia, barbabietole da zucchero, girasoli e grano. Come se i 262 milioni di dollari liquidi, ricavato della coltura dell’anno scorso, non è stato sufficiente, la Bayer vuole continuare ad espandere l’uso del pesticida. E la registrazione originale della società si basava su alcuni dati scientifici scorretti: hanno valutato il raccolto sbagliato, con controlli sbagliati per valutare l’impatto sulle api.

Tutto questo si somma fino a raggiungere alcuni importanti interrogativi riguardo il governo che ha contribuito al collasso della Colony Disorder in quanto hanno consapevolmente consentito alla Bayer di avvelenare le api.

Alla luce della memo trapelato, il National Honey Bee Advisory Board ( il comitato nazionale dei consulenti del miele), la federazione americana di apicoltura, l’associazione di produzione americana di miele, Beyond pesticidi, Pesticide Action Network North America, ed il centro per la diversità biologica ha inviato una lettera chiedendo che l’agenzia prenda urgentemente misure per fermare l’uso di questa sostanza chimica tossica .

La lettera prosegue a sottolineare che queste nuove informazioni indicano un uso eccessivo dell’Ufficio del programma di registrazione condizionale antiparassitari. Questo progetto “rappresenta un fallimento che avrebbe potuto e dovuto essere evitato.” Come risultato, la coalizione chiede una moratoria immediata su questi tipi di registrazione fino a quando il programma viene valutato.

C’è ancora molto che non sappiamo sul Colony Collapse Disorder e la massiccia morte delle api che è stata causata da questa sostanza. Una cosa che sappiamo è che le api sono in difficoltà, e che non è una buona notizia per tutti gli animali (e per l’uomo), che fanno affidamento sulle piante che questi insetti sostengono.

Unisciti alla chiamata per l’EPA per fermare la vendita di Poncho e condurre uno studio approfondito per l’impatto dei pesticidi sulla fauna selvatica.

Fonte: ildemocratico.com


[u]La Corte Costituzionale tedesca riconferma gli avversi effetti degli Ogm[/u
]--------------------------------------------------------------------------------

Posted on 05 gennaio 2011

Pronunciandosi sul ricorso presentato dal Land Sassonia-Anhalt contro la “Legge federale sull’ingegneria genetica”, la Corte costituzionale tedesca ha riaffermato la legittimità e costituzionalità delle misure in essa contenute.

La Corte ha riconosciuto che l’ingegneria genetica comporta una modifica irreversibile delle strutture elementari della vita e che è difficile, se non impossibile, arginare la diffusione del materiale geneticamente modificato immesso nell’ambiente.

Mancando ancora una conoscenza scientifica degli effetti a lungo termine dell’ingegneria genetica, è compito del legislatore preservare dai possibili effetti avversi delle colture gm i cittadini e l’ambiente, anche in virtù del vincolo di responsabilità che lega le generazioni attuali a quelle future.

Resta in piedi, così, l’obbligo per chi contamina coltivazioni tradizionali o biologiche di risarcire i propri vicini, nonché quello di iscrivere le coltivazioni gm sperimentali in un registro di pubblico accesso che ne consenta il costante e trasparente monitoraggio.

Fonte: Ufficio stampa Corte costituzionale


L'élite mondiale controlla ormai tutte le ricchezze del mondo
--------------------------------------------------------------------------------

Posted on 03 gennaio 2011

Al giorno d’oggi la ricchezza mondiale è più concentrata nelle mani di una élite di quanto lo sia mai stata nella storia moderna.

Un tempo la maggior parte della popolazione sul pianeta sapeva come coltivare i propri alimenti, allevare i propri animali e prendersi cura di sé. Non c’erano molte persone favolosamente ricche, ma c’era una certa dignità nell’avere un pezzo di terra che potevi chiamare tuo, o nell’avere un’abilità che potevi far fruttare.

Tristemente, nelle ultime decine di anni, una percentuale sempre maggiore di terre coltivabili è stata inghiottita da grosse corporation e da governi corrotti. Centinaia di milioni di persone sono state cacciate dalle proprie terre verso aree urbane sempre più dense.

Nel frattempo, è diventato sempre più difficile avviare un’attività propria, dal momento che poche monolitiche corporation globali hanno iniziato a dominare quasi ogni settore dell’economia mondiale. Così, un numero sempre maggiore di persone nel mondo è stata obbligata a lavorare per “il sistema” per riuscire appena a sopravvivere. Allo stesso tempo, coloro che sono al vertice della catena alimentare (l’élite) hanno impiegato decenni per implementare il sistema in modo da assicurarsi nelle proprie tasche porzioni sempre più vaste di ricchezza.

E così oggi, nel 2010, abbiamo un sistema globale in cui pochissime persone al vertice sono assurdamente ricche, mentre circa metà della popolazione di questo pianeta è irrimediabilmente povera.

Ci sono davvero poche nazioni nel mondo che non siano state quasi interamente saccheggiate dall’élite globale.

Quando l’élite parla di “investire” nei paesi poveri, ciò che intende veramente è prendere possesso delle terre, dell’acqua, del petrolio e delle altre risorse naturali. Grosse corporations globali stanno oggi spogliando dozzine di nazioni in tutto il mondo di favolose quantità di ricchezza, mentre la maggior parte della popolazione di quelle nazioni continua a vivere in un’abietta povertà. Nel frattempo, i politici al vertice di quelle nazioni ricevono ingenti doni per poter perpetrare il saccheggio.

Quello che quindi abbiamo nel 2010 è un mondo dominato da una minuscola manciata di persone ultraricche al vertice che posseggono una quantità incredibile di beni reali, un gruppo più numeroso di “manager intermedi” che fa funzionare il sistema per l’élite globale (e che è pagato veramente bene per farlo), centinaia di milioni di persone che fanno il lavoro richiesto dal sistema, e diversi miliardi di “inutili avventori” di cui l’élite globale non ha bisogno alcuno.

Il sistema non è stato progettato per elevare il tenore di vita dei poveri. Né per promuovere la “libera impresa” e la “competizione”. L’élite intende piuttosto accaparrarsi tutta la ricchezza e lasciare il resto di noi schiavi del debito o della povertà.

Quello che segue è un elenco di 20 dati statistici che provano il continuo accentramento di ricchezza nelle mani dell’élite globale, lasciando la maggior parte del resto del mondo in povertà e miseria.

Secondo la UN Conference on Trade and Development (Conferenza dell’ONU su Commercio e Sviluppo), il numero di “paesi meno sviluppati” è raddoppiato negli ultimi 40 anni.
I “paesi meno sviluppati” hanno speso 9 miliardi di dollari per importazioni di alimenti nel 2002. Nel 2008 questa cifra è salita a 23 miliardi di dollari.
Il reddito medio pro-capite nei paesi più poveri dell’Africa è sceso a 1/4 negli ultimi 20 anni.
Bill Gates ha un patrimonio netto dell'ordine dei 50 miliardi di dollari. Ci sono circa 140 paesi al mondo che hanno un PIL annuo inferiore alla ricchezza di Bill Gates.
Uno studio del World Institute for Development Economics Research (Istituto Mondiale per la ricerca sull’economia dello sviluppo) evidenzia che la metà inferiore della popolazione mondiale detiene circa l’1% della ricchezza globale.
Circa 1 miliardo di persone nel mondo va a dormire affamato ogni notte.
Il 2% delle persone più ricche detiene più della metà di tutto il patrimonio immobiliare globale.
Si stima che più dell’80% della popolazione mondiale vive in paesi dove il divario fra ricchi e poveri è in continuo aumento.
Ogni 3,6 secondi qualcuno muore di fame, e 3/4 di essi sono bambini sotto i 5 anni.
Secondo Gallup, il 33% della popolazione mondiale dice di non avere abbastanza soldi per comprarsi da mangiare.
Mentre stai leggendo questo articolo, 2,6 miliardi di persone nel mondo stanno soffrendo per mancanza di servizi sanitari di base.
Secondo il più recente “Global Wealth Report” di Credit Suisse, lo 0,5% di persone più ricche controlla più del 35% della ricchezza mondiale.
Oltre 3 miliardi di persone, quasi la metà della popolazione mondiale, vive con meno di 2 dollari al giorno.
Il fondatore della CNN, Ted Turner, è il più grande proprietario terriero privato negli Stati Uniti. Oggi, Turner possiede circa 2 milioni di acri [più di 8.000 Km quadrati - NdT] di terra. Questa quantità è maggiore dell’area del Delaware e di Rhode Island messe assieme [come l’intera superficie dell’Abruzzo - NdT]. Turner peraltro invoca restrizioni governative per limitare a 2 o meno figli per coppia nell’ottica di un controllo della crescita demografica.
400 milioni di bambini nel mondo non hanno accesso all’acqua potabile.
Circa il 28% dei bambini dei paesi in via di sviluppo sono considerati malnutriti o hanno una crescita ridotta a causa della malnutrizione.
Si stima che gli Stati Uniti detengano circa il 25% della ricchezza totale del mondo.
Si stima che l’intero continente africano possegga solo l’1% della ricchezza totale del mondo.
Nel 2008 circa 9 milioni di bambini sono morti prima di compiere i 5 anni. Circa 1/3 di tutte queste morti è dovuto direttamente o indirettamente a scarsità di cibo.
La famiglia di banchieri più famosa al mondo, i Rothschild, ha accumulato montagne di ricchezza mentre il resto del mondo è stato intrappolato nella povertà. Ecco cosa afferma Wikipedia a proposito delle ricchezze della famiglia Rothschild:


Si è sostenuto che nel corso del 19° secolo, la famiglia possedeva di gran lunga il più grande patrimonio privato del mondo, e di gran lunga la più grande fortuna nella storia moderna.

Nessuno sembra conoscere esattamente quanta ricchezza posseggano i Rothschild oggi. Dominano il sistema bancario in Inghilterra, Francia, Germania, Austria, Svizzera e molte altre nazioni. È stato stimato che la loro ricchezza aveva un valore di miliardi [di dollari] già alla metà dell’800. Senza dubbio la quantità di ricchezza detenuta oggi dalla famiglia è qualcosa di inimmaginabile, ma nessuno lo sa con certezza.

Nel frattempo, miliardi di persone nel mondo si stanno chiedendo come far saltar fuori il loro prossimo pasto.

A questo punto, molti lettori vorranno discutere di quanto è orribile il capitalismo e di quanto meravigliosi siano il socialismo e il comunismo.

Ma il problema non è il capitalismo e come abbiamo visto innumerevoli volte nei decenni passati, la proprietà statale delle imprese non costituisce soluzione a nulla.

Ciò che abbiamo nel mondo oggi non è capitalismo. È piuttosto qualcosa di più vicino al “feudalesimo”. L'élite è costituita da “uomini-monopolio” che sfruttano la loro incredibile ricchezza e potere per dominare il resto di noi. Di fatto, è stato John D. Rockefeller ad affermare: “La competizione è peccato”.

Sarebbe bellissimo se vivessimo in un mondo in cui chi vive in povertà fosse incoraggiato a intraprendere una propria attività agricola, a crearsi un lavoro e costruirsi una vita migliore.

Invece le cose vanno nella direzione opposta. La ricchezza diventa sempre più concentrata nelle mani di pochissimi, e il ceto medio ha iniziato a venire eliminato anche nelle nazioni benestanti come gli Stati Uniti.

Risulta che l’élite globale ha deciso che non ha realmente bisogno di così tante e costose “api operaie” statunitensi dopo aver spostato oltreoceano migliaia di fabbriche e milioni di posti di lavoro.

Nel frattempo gli statunitensi sono così distratti da Ballando sotto le stelle, da Lady Gaga e dalla propria squadra sportiva da non rendersi conto di cosa sta accadendo.

Non c'è alcuna garanzia sul fatto che gli Stati Uniti saranno prosperi per sempre. Oggi, un numero record di statunitensi vive già in povertà. Il reddito medio familiare è calato lo scorso anno ed è calato anche lo scorso anno rispetto a quello precedente.

Quindi svegliamoci. Gli Stati Uniti si stanno integrando in un sistema economico globale dominato e controllato da una élite spropositatamente ricca. A costoro non interessa che tu abbia da pagare il mutuo e che tu desideri mandare tuo figlio all'università. Ciò che interessa loro è accumulare quanto più denaro possibile per sé stessi.

L’avidità sta correndo rampante attorno al pianeta e il mondo sta diventando un luogo molto molto freddo. Sfortunatamente, a meno di eventi davvero drammatici, i ricchi stanno solo diventando più ricchi, e i poveri stanno solo diventando più poveri.

Fonte originale: The Economic Collapse Blog / Traduzione a cura di: Eileen Morgan / Fonte: ilporticodipinto.it

Diossina, allevamenti chiusi. Rischio latte
Livelli 78 volte sopra norma. Nessun caso in Italia
Continua ad allargarsi in Germania lo scandalo delle uova alla diossina, mentre aumenta la paura tra i consumatori dopo l'allarme lanciato dalla stampa di una possibile contaminazione anche del latte venduto nel Paese. Intanto in Italia il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, ha disposto in via cautelativa il controllo di latte, uova e anche carni suine importate.

I livelli di diossina nei grassi animali prodotti dalla Harles und Jentzsch, la società al centro dello scandalo, non erano il doppio rispetto alla norma - come si pensava fino a oggi - ma circa 78 volte più alti, secondo quanto ha annunciato il ministero dell'Agricoltura dello Schleswig-Holstein (nord), il Land in cui ha sede l'azienda sotto accusa.

Ma non è tutto: finora, le autorità sanitarie tedesche hanno chiuso temporaneamente 4.709 allevamenti in attesa di accertamenti, tracce di diossina sono state rilevate in altre due regioni e la Harles und Jentzch non solo sapeva della contaminazione dal marzo 2010, ma probabilmente non e' neanche registrata.

Non sorprende, quindi, che il governo abbia parlato oggi di ''comportamento criminale'' da parte della Harles und Jentzch, che produce grassi animali destinati ai mangimi. Il 19 marzo scorso l'azienda ha fatto analizzare i propri prodotti: dai test, secondo indiscrezioni di stampa, e' emerso che i livelli di diossina erano due volte superiori alla norma, ma le autorita' della regione - lo Schleswig-Holstein - sono state avvertite con nove mesi di ritardo, il 27 dicembre 2010.

Le autorita' regionali ''devono fare assoluta chiarezza su questo caso'', ha detto oggi il ministro dell'Agricoltura tedesco, Ilse Aigner. Il suo portavoce è stato meno diplomatico: questo caso rivela un ''elevato grado di comportamento criminale'' da parte della Harles und Jentzch, ha detto. E poi ha aggiunto: probabilmente l'azienda non era nemmeno registrata ufficialmente.

Aumenta quindi il nervosismo tra i consumatori. Negli ultimi giorni, le vendite di uova, polli e carne di maiale sono crollate e presto potrebbero seguire anche quelle del latte. Un allevatore di bovini, secondo il tabloid Bild, potrebbe avere usato il mangime incriminato e secondo alcuni gli esperti e' possibile che anche il latte contaminato - oltre alle uova, la carne di pollo e la carne di maiale - sia finito nei supermercati.

''Il mangime contaminato da diossina è stato dato anche alle mucche - ha detto alla Bild Manfred Santen, un chimico di Greenpeace -. Negli animali la diossina si deposita nella parti grasse, quindi anche nel latte''.

''Al momento non è escluso che il latte contaminato da diossina abbia raggiunto gli scaffali dei supermercati'', gli ha fatto eco Christiane Gross, portavoce dell'associazione non governativa Foodwatch, che si batte per i diritti dei consumatori nel settore alimentare. In Italia, intanto, fonti del ministero della Salute che sono in contatto sia con le autorità tedesche sia con quelle europee, confermano che nessuna segnalazione di alimenti a rischio diossina dalla Germania è pervenuta alle nostre autorità di controllo.

In Germania, invece, il numero di regioni colpite - secondo la stampa - è salito da 10 a 12 su 16, mentre in Europa finora il caso ha interessato l'Olanda e il Regno Unito, dove sono stati esportati i prodotti contaminati.

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
Una amica mi ha inviato questa e- mail
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» e-mail clini
» indirizzo mail del Sistri e e-mail certificata
» Utente non abilitato, perchè?
» mail al trasportatore
» inscrizione con e-mail

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia) :: Pensieri e Parole-
Andare verso: