Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia)

Il forum scientifico di Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico) - WWW.OLOSCIENCE.COM
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiLista utentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 LE ANTOCIANINE ANTITUMORALI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Claudio Sauro



Numero di messaggi : 286
Localisation : Italia
Data d'iscrizione : 19.10.09

MessaggioOggetto: LE ANTOCIANINE ANTITUMORALI   Ven Nov 09, 2012 6:54 pm

LE ANTOCIANINE ANTITUMORALI



Mirtilli e Antocianine antitumorali.
http://www.dietaland.com/mirtilli-antitumorali-anti-age/18440/
Le antocianine sono pigmenti viola presenti in molti frutti di bosco. Fanno parte dei flavonoidi, ma a differenza dei flavonoidi gialli (rutina) hanno struttura molecolare completamente diversa.. il mirtillo è un classico, le sue antocianine sono usate anche in terapia per aumentare la resistenza capillare e nelle retinopoatie degenerative.
Nell’ultima guerra i piloti americani assumevano la confettura di mirtilli per aumentare la visione notturna.
Ma moltissimi altri frutti di bosco presentano antocianine anche in maggiore quantità.
Il motivo per il quale le antocianine si sono dimostrate dei potenti preventivi del tumore ed in molti tumori abbiano azione addirittura terapeutica nel far regredire la massa tumorale resta sconosciuto.
Una delle ipotesi più accreditate è quella mitocondriale.
Si è visto che le antocianine attivano la catena mitocondriale dell’ossigeno promovendo maggiormente per la cellula un ossigenazione aerobica in contrasto di quello che fa il tumore che salta i mitocondri e si avvale di una glicolisi anaerobica.
In pratica le antocianine impedirebbero questo processo, causando di conseguenza una morte del tumore, o perlomeno lo bloccherebbero e ne impedirebbero la diffusione per via metastatica.

La quantità di antocianine che necessitano perchè scattino questi meccanismi deve essere doppia di quella che si usa comunemente nella terapia per aumentare la resistenza capillare, cioè intorno alle 700 mg se si parla di antocianine del mirtillo.
100 gr di mirtilli contengono 20 mg di antocianine, per cui per arrivare alla dose di 700 mg si ricorre a prodotti di estrazione.
Viste queste proprietà delle antocianine gli istituti oncologici di mezzo mondo hanno pensato di ovviare all'incapacità di reperire antocianine dai frutti naturali inserendo il gene delle antocianine nei pomodori, creando in tal modo i pomodori viola.
Ed in effetti ci sono riusciti, anche se i pomodori viola non sono ancora giunti sul mercato (o perlomeno la mia fruttivendola non li ha) perchè necessitano, in ogni caso di ulteriori verifiche come tutti i frutti transgenici, ma se arrivassero, avremmo la possibilità di apportare con un paio di pomodori, una quantità sufficiente di antocianine per prevenire i tumori.
Ma oltre ai mirtilli quali sono i frutti di bosco più ricchi di antocianine?
il sambuco nero è ricco come il mirtillo 20 mg su 100 gr
le more, 15 mg su 100 gr
il ribes nero, 40 mg su 100 gr
il sambuco ebbio è il più ricco in assoluto tanto che pestandolo si può fare un buon inchiostro che era molto apprezzato dai romani; ma il sambuco ebbio crudo e' tossico perchè contiene una certa quantità di acido cianidrico, invece con l'ebollizione l'acido cianidrico se ne va e resta una grande quantità di acido valerianico, non tossico, ma lassativo. Ebbene il sambuco ebbio contiene 120 mg di antocianine per cento grammi
Ma anche la comune uva nera è ricca di antocianine.
Se la comune uva contiene 5 mg di antocianine per cento, l'uva fragola contiene addirittura le stesse quantità del mirtillo, 20 mg per cento e si può fare un ottima confettura dal sapore delizioso.
Altre proprietà che sono state riscontrate nelle antocianine:
1 ) la loro straordinaria capacità nel prevenire il diabete con meccanismo sconosciuto; è per questa proprietà che le confetture con antocianine non sono sconsigliate neppure nel diabetico.
2) la loro ottima proprietà nel prevenire le placche ateromasiche, proprietà che supera addirittura quella degli eicosanoidi e della Vit C e P. Infatti possono prevenire i danni della parete arteriosa e nel caso ci fossero accelerarne la riparazione. Se non c’è danno di parete, nessun grasso, per quanto saturo, può depositarsi sulla parete. Infatti, il presupposto perché si formi una placca è che ci si formi un danno di parete o che questa venga lesa o dai radicali liberi o da altro.
3) quindi questo le rende ottime nella prevenzione e nella cura delle malattie cardiovascolari
4) la loro capacità nell'aumentare le difese immunitarie
Con tutte queste proprietà val veramente la pena di mangiare costantemente frutti di bosco io consigliere soprattutto l’uva fragola per fare confetture. Si usino pari quantità di zucchero e di uva e si aggiungano a freddo due buste di pectina, poi una volta portata all’ebollizione si frulli tutto con una normale frusta elettrica per minestroni. Si versi il liquido ancora bollente in vasi di vetro per confetture e si chiuda subito; in tal modo otterrete una marmellata squisita.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
LE ANTOCIANINE ANTITUMORALI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Medicinali scaduti da raccolta differenziata dei rifiuti urbani: rifiuti pericolosi?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Fisica ...tra Scienza e Mistero (Universo,Energia,Mente e Materia) :: Salute & Medicina-
Andare verso: